Blia.it NON utilizza cookie proprietari (v. informativa)
Blia.it


Oggi è venerdì 9 marzo 2016, il sole sorge (a Roma *) alle ore 6 e 32 minuti e tramonta alle ore 18 e 8 minuti (l'almanacco di domani lo trovate qui, l'archivio invece è qui)

Ricorrenze (da Wikipedia)

Nati

Le prime pagine dei quotidiani CORRIERE DELLA SERA, GIORNALE, MESSAGGERO, REPUBBLICA, SOLE 24 ORE, STAMPA, UNITA`, del giorno 09/03 del 2010 2011 2013

Un piatto al giorno (dal Televideo RAI)

* * CRESPELLE ZUCCA E PORRI Dosi per 4: 12 crespelle, 250g di zucca giĆ  pulita, 1 porro, salvia, rosmarino, caciotta di pecora, brodo vegetale, burro,olio e.v. d'oliva, sale. Affettare il porro e farlo sudare nell'olio con rosmarino, salvia e zucca a dadini.Unire un po' di brodo e brasare. Far stiepidire, aggiungere la caciotta grattugiata a fiammifero e riempirvi le crespelle ripiegandole a fazzoletto. Accomodarle in una pirofila imburrata, coprirle con una besciamella di burro e brodo vegetale aromatizzata con salvia. Far gratinare in forno. pagina=578">578 Cucina pagina=580">580 Sapori ritrovati

Cinque voci scelti a caso dall'enciclopedia


adottàbile, agg. Che si può adottare. 
Echiùridi Famiglia del tipo degli Echiuroidei. 
esternazióne, sf. L'esternare, l'esternarsi. 
Ferdinàndo I di Borbone (Napoli 1751-1825) Figlio di Carlo VII, gli succedette al trono quando questi divenne re di Spagna. Dopo il matrimonio con Maria Carolina d'Asburgo, si verificò uno spostamento verso posizioni angloasburgiche della politica estera del regno. Aderì alla coalizione antifrancese, ma venne ugualmente sconfitto dalle truppe francesi, che entrarono nel regno proclamando la Repubblica Partenopea e costringendolo a fuggire in Sicilia. Al suo ritorno, grazie alla riconquista del territorio dalle truppe del cardinale F. Ruffo, iniziò una feroce repressione, che ebbe come conseguenza una sua ennesima cacciata a opera di Napoleone (1806), che lo costrinse a riparare ancora in Sicilia, dove egli concesse una costituzione parlamentare e restò fino alla sconfitta definitiva delle truppe francesi nel 1816. Ritornato ancora a Napoli, fece condannare G. Murat e, dopo aver unificato i suoi domini, proclamò il regno delle Due Sicilie. Dovette affrontare ancora delle sommosse e moti rivoluzionari, che sedò con l'appoggio delle truppe reazionarie, ottenuto con il congresso di Lubiana (1821) e con l'occupazione dell'esercito austriaco che riportò l'ordine. 
morbìllo, sm. In medicina è una malattia esantematica infettiva acuta, di origine virale, che colpisce soprattutto i bambini dai due ai dieci anni. Il periodo di incubazione dura dai dieci ai quindici giorni ed è seguito da febbre, congiuntivite, faringite e quindi dall'insorgenza di piccole macchie rossastre, che iniziano dal volto, per diffondersi poi al collo, al tronco e agli arti. Le macchie persistono per quattro o cinque giorni per scomparire desquamando. Le possibili complicazioni sono rappresentate da otiti, polmoniti ed encefaliti, ma sono relativamente rare e la malattia guarisce normalmente in otto-dieci giorni. Attualmente esiste il vaccino specifico, mentre le terapie sono solamente sintomatiche. 

indice

* gli orari di alba e tramonto di altre città li puoi trovare alla pagina calendario solare