Blia.it NON utilizza cookie proprietari (v. informativa)
Blia.it

druìdico, agg. (pl. m.-ci) Relativo ai druidi. 
druidìsmo, sm. Istituzione religiosa dei celti in cui una casta di sacerdoti curava l'istruzione dei giovani. 
drùido, sm. Sacerdote degli antichi Celti. 
drumlin, sm. invar. Collina situata sul fondo di antichi ghiacciai continentali allungata nella direzione del movimento dei ghiacciai stessi. 
Drummond de Andrade, Carlos (Itabira, Minas Gerais 1902-Rio de Janeiro 1987) Poeta. Tra le opere Sentimento del mondo (1940) e Lezione di cose (1962). 
Druógno Comune in provincia di Verbano-Cusio-Ossola (980 ab., CAP 28030, TEL. 0324). 
drùpa, sf. Tipo di frutto carnoso con un solo seme racchiuso in un endocarpo legnoso come nel caso della pesca, della ciliegia, dell'amarena, della mandorla e dell'albicocca. 
drupàceo, agg. Di drupa. 
drùsa, sf. 1 Insieme di grossi cristalli di ossalato di calcio comuni nei vacuoli di alcune piante. 2 Cavità di una roccia tappezzata da un agglomerato di cristalli limitati da facce cristalline all'interno della cavità. 
drùso, sm. Membro della minoranza etnica della Siria, Libano e Israele; i drusi costituirono una setta esoterica islamica, nata in Egitto nell'XI sec. Godono di autonomia politica e amministrativa, a seguito delle conquiste fatte durante la dominazione ottomana. Il nome deriva da al-Darazi, colui che condusse i drusi in Libano. Gli elementi fondamentali della setta sono la credenza in un unico dio, nella divinità di al-Hakim e nella metempsicosi. 
Drùso, Clàudio Neróne detto il Maggiore (38-9 a. C.) Politico e generale romano. Figlio di Livia Drusilla e Tiberio Claudio Nerone, nel 13 a. C. governò la Gallia e tra il 12 e il 9 vinse i germani estendendo il proprio dominio fino all'Elba. 
Drùso, Giùlio Césare detto il Minore (15? a. C.-23 d. C.) Politico e generale romano. Figlio di Tiberio, ne avrebbe ereditato la successione, ma dopo la morte di Germanico (19), Seiano lo fece avvelenare. 
Drùso, Màrco Lìvio (130 ca.-91 a. C.) Tribuno della plebe. Figlio dell'omonimo tribuno antigracchiano, propose di concedere la cittadinanza agli italici, suscitando l'opposizione senatoria, con tumulti che gli costarono la vita. 
Druso, Marco Livio 
(?-109 a. C.) Uomo politico romano. Nel 122 a. C., in qualità di tribuno della plebe, bocciò le riforme proposte da Caio Sempronio Gracco. Dieci anni dopo fu nominato console; successivamente divenne governatore della Macedonia e infine censore. 
Drweca Fiume (250 km) della Polonia, affluente della Vistola. 
dry, agg. invar. Di vini e liquori, secco. 
Dryden, John (Aldwinkle 1631-Londra 1700) Poeta e drammaturgo inglese, fu sostenitore di O. Cromwell e poeta ufficiale della restaurazione. Favorì l'ingresso della cultura francese in Inghilterra e indirizzò il gusto e l'interesse verso le forme classiche. Tra i suoi lavori, Saggio sulla poesia drammatica, Annus mirabilis, La conquista di Granada, Tutto per amore
dry-farming, sm. invar. Insieme delle pratiche agronomiche messo in atto nelle regioni a clima semiarido. 
drymonia, sf. acc. Genere di piante legnose delle regioni tropicali dell'America; sono coltivate per ornamento nelle serre calde. Appartengono alla famiglia delle Gesneriacee. 
dryocoetes, sm. invar. Genere di piccoli Insetti Coleotteri Rincofori xilofagi che vivono sotto la corteccia di molti alberi. 
dryops, sm. invar. Genere di piccoli Insetti Coleotteri Diversicorni; hanno corpo allungato, ricoperto di peli impermeabili e ornato di piccole antenne. 
<< indice >>