Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

  

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

pràto, sm. Tratto di terreno erboso. 
Pràto Città (164.000 ab., CAP 50047, TEL. 0574) capoluogo di provincia della Toscana, situata fra Firenze e Pistoia. Fu fondata nel IX sec. e nel XII sec. divenne libero comune, poi signoria, quindi cadde sotto il controllo di Firenze. È uno dei centri principali dell'industria laniera italiana; altre attività industriali presenti sono quella tessile, dell'abbigliamento, delle calzature, alimentare, chimica, meccanica. Edifici importanti sono il duomo (XII-XIV sec.), San Francesco (XIII sec.), Santa Maria delle Carceri (1484), e il palazzo Pretorio (XIII-XIV sec.). 
Provincia di Prato 
(342 km2, 220.000 ab.) La provincia è sorta nel 1992 e comprende territori precedentemente facenti parte della provincia di Firenze. Presenti industrie tessili e metalmeccaniche. 
Pràto àllo Stèlvio (in ted. Prad) Comune in provincia di Bolzano (3.027 ab., CAP 39026, TEL. 0473). 
Pràto Càrnico Comune in provincia di Udine (1.218 ab., CAP 33020, TEL. 0433). 
Pràto Sèsia Comune in provincia di Novara (1.928 ab., CAP 28077, TEL. 0163). 
Pràtola Pelìgna Comune in provincia di L'Aquila (7.939 ab., CAP 67035, TEL. 0864). 
Pràtola Sèrra Comune in provincia di Avellino (3.369 ab., CAP 83039, TEL. 0825). 
pratolìna, sf. Margheritina. 
Pratolìni, Vàsco (Firenze 1913-Roma 1991) Scrittore. Nato da famiglia operaia, non completò gli studi regolari, ma studiò da autodidatta. In gioventù svolse vari mestieri. Nel 1938 divenne redattore della rivista Campo di Marte. Nel 1939 si trasferì a Roma. Partecipò alla lotta partigiana. Nel 1945 si stabilì a Napoli, dove fu insegnante all'istituto statale d'arte. Nel 1951, quando ormai aveva raggiunto la notorietà come romanziere, ritornò a Roma. Esponente del neorealismo, ritrasse nei suoi romanzi la vita fiorentina dall'inizio del secolo. Fra le sue opere Il quartiere (1943), Cronaca famigliare (1947), Cronache di poveri amanti (1947), Un eroe del nostro tempo (1949), Le ragazze di San Frediano (1951), Metello (1955), Lo scialo (1960), La costanza della ragione (1963), Allegoria e derisione (1966), Il mannello di Natascia (1985). Pratolini è una sorta di cronista appassionato della vita del proletariato cittadino; il suo limite è l'angustia dello spazio nel quale vivono i suoi libri e i suoi personaggi. 
Pratomàgno Gruppo montuoso della Toscana, nell'Appennino Tosco-Emiliano, tra il Casentino e l'alta valle del fiume Arno. 
Pratovècchio Comune in provincia di Arezzo (3.068 ab., CAP 52015, TEL. 0575). 
Pratt, John Henry (Londra 1809-Ghazipur 1871) Fisico e geodeta inglese, ecclesiastico, effettuò studi in India e Himalaya. Propose un modello di equilibrio isostatico della superficie terrestre concepita come una massa fluida, di densità variabile, all'interno di una crosta esterna solida, in cui la presenza delle masse dei rilievi viene equilibrata da una densità minore delle masse sottostanti (l'isostatia). 
Pravisdòmini Comune in provincia di Pordenone (2.351 ab., CAP 33076, TEL. 0434). 
pravità, sf. Malignità, cattiveria. ~ malvagità. 
pràvo, agg. 1 Cattivo di animo, corrotto. 2 Maligno. 
Pravo, Patty (Venezia 1948-) Pseudonimo di Nicoletta Strambelli. Cantante di musica leggera. Tra le sue canzoni Ragazzo triste (1966) e Pensiero stupendo (1978). 
Pray Comune in provincia di Biella (2.683 ab., CAP 13016, TEL. 015). 
Praz, Màrio (Roma 1896-1982) Critico letterario. Tra le opere Storia della letteratura inglese (1937) e La carne, la morte e il diavolo (1950). 
Pràzzo Comune in provincia di Cuneo (282 ab., CAP 12028, TEL. 0171). 
pre- Primo elemento di parole composte usato con il significano di preferenza, anteriorità o supremazia. 
<< indice >>