Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

  

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

Zernike, Frits(Amsterdam 1888-Amersfoort 1966) Fisico olandese. Realizzò il microscopio a contrasto di fase e nel 1953 fu insignito del premio Nobel. 
ZernikeZèro BràncoComune in provincia di Treviso (7.725 ab., CAP 31059, TEL. 0422). 
Zero in condottaFilm commedia, francese (1933). Regia di Jean Vigo. Interpreti: Jean Dasté, Delphin, Louis De Gonzague. Titolo originale: Zéro de conduite 
zèro zèro sètte, loc. sost. m. invar.1 Agente segreto. 2 Abile investigatore. 
Zéro, Renàto(Roma 1950-) Cantante e autore di musica leggera italiana, per l'anagrafe Renato Fiacchini. Ha iniziato la sua carriera con un repertorio che giocava sull'ambiguità (Trapezio, Mi vendo, Triangolo), arrivando poi a un tipo di canzone più maturo (Prometeo, L'imperfetto, L'impossibile vivere). 
Zeromoski, Stefan(Strawczyn 1864-Varsavia 1925) Scrittore polacco. Tra le opere, Ci divoreranno i corvi, le cornacchie (1895), una serie di racconti di ispirazione naturalistica, Le fatiche di Sisifo (1898), I senzatetto (1900), Le ceneri (1904), Fiume fedele (1912), Gli echi del bosco (1905), la trilogia La lotta contro Satana (1916), le poesie Elegia dell'etmano (1908), nel quale auspica l'attuazione in Polonia delle riforme sociali, Preannuncio della primavera (1925), la commedia Mi sfuggita la quaglia.. (1924) e i drammi La rosa (1909) e Sulkowski (1910). 
zerynthia, sf. invar.Genere di Insetti Lepidotteri eteroneuri a cui appartengono farfalle della famiglia dei Papilionidi, più conosciute con il nome di cassandra aventi ali con fondo di colore giallo. 
zèta, sm. o sf. invar.Nome dell'ultima lettera dell'alfabeto. 
zetacìsmo, sm.1 Trasformazione di una o più consonanti nel suono z. 2 Pronuncia difettosa della z. 
Zetkin, Clara(Wiederau 1857-Archangel'skol 1933) Dirigente comunista tedesca. Intese l'emancipazione femminile come momento importante per l'emancipazione proletaria. 
Zetterling, Mai(Västerås 1925-Londra 1994) Attrice e regista cinematografica svedese. Interpretò Spasimo (1944) e diresse Giochi di notte (1966) e Doktor Glas (1967). 
zeugìtiVenivano così chiamati ad Atene i cittadini appartenenti alla terza delle quattro classi censite sotto il regno di Solone (594-593 a. C.). Il loro nome deriva dal fatto che per arare le loro terre necessitavano di almeno due buoi. 
ZeuglodòntidiFamiglia di Cetacei primitivi di dimensioni imponenti attualmente denominati basilosauridi. Vissuti tra l'Eocene e l'Oligocene, avevano dentatura completa, coda corta e tronco e coda allungati. 
zèugma, sm.Figura retorica che consiste nel far dipendere da un verbo due o più elementi dei quali uno solo risulta appropriato. 
ZèusLa maggiore divinità dell'Olimpo greco, padre degli dei e degli uomini. Figlio di Rea e di Crono, che divorava i figli appena nati, riuscì a salvarsi dal padre e successivamente a recuperare i fratelli e a spodestarlo con il loro aiuto. Divise l'universo, dando a Poseidone l'impero delle acque, ad Ares quello dell'oltretomba e tenendosi l'impero del cielo e della terra. Sposò la sorella Era, da cui ebbe Ares, Ebe ed Efesto e si unì ad altre dee, dalle quali ebbe molti altri figli, tra cui Apollo, Ermete ed Eracle. Gli erano sacre tutte le vette dei monti, soprattutto l'Olimpo. Gli furono dedicati numerosi templi, il più grande dei quali è quello di Olimpia, e i giochi olimpici. Fu identificato con Ammone e a Roma con Giove. 
Zèusi(Seconda metà del V sec. a. C.) Pittore greco. Le sue opere, famose, sono tutte perdute. 
ZèvioComune in provincia di Verona (10.168 ab., CAP 37059, TEL. 045). Centro agricolo (coltivazione di ortaggi e frutta) e industriale (prodotti alimentari) sull'Adige. Gli abitanti sono detti Zeviani
ZhangjiakouCittà (529.000 ab.) della Cina, presso la Grande Muraglia, nella provincia di Hebei. 
ZhanjiangCittà (401.000 ab.) della Cina, nella provincia di Guangdong. 
<< indice >>