Home page
bicameralìsmo, sm. Sistema parlamentare ove il potere legislativo è affidato a due Camere. 
bicarbonàto, sm. Sale usato per preparare acqua effervescente e come medicinale. 
Bìccari Comune in provincia di Foggia (3.642 ab., CAP 71032, TEL. 0881). 
bicchèrna, sf. A Siena dal XIII al XVIII sec, denominazione dell'erario del comune e dell'ufficio, con a capo un camarlingo e quattro provveditori, che la presiedeva. 
bicchieràta, sf. Bevuta fatta in allegra compagnia. ~ brindisi. 
bicchière, sm. 1 Piccolo recipiente di svariate forme usato per bere. ~ boccale. alzare i bicchieri, fare un brindisi. 2 La quantità di liquido che è contenuta in un bicchiere. gli diede un bicchiere di vino
bicèfalo, agg. Che ha due teste. 
bicentenàrio, sm. Secondo centenario di un avvenimento memorabile. 
Bich, Marcèllo (Torino 1914-Parigi 1994) Industriale italiano naturalizzato francese che divenne famoso dopo la seconda guerra mondiale per merito della grande diffusione avuta dalla penna a sfera bic da lui ideata e prodotta in serie con una tecnologia automatizzata di alta precisione. 
Bichat, Xavier (Thoirette-en-Bresse 1771-Parigi 1802) Anatomista francese. Fu tra i primi a fare differenziazioni tra il tessuto animale. 
Biches, Les Balletto in un atto di F. Poulenc (Montecarlo, 1924). 
Biches, Les Balletto in un atto di F. Poulenc (Montecarlo, 1924). 
bichon, sm. invar. Cane da compagnia di origine francese dal lungo pelo bianco. 
bìci, sf. Abbreviativo familiare di bicicletta. 
biciclètta, sf. Veicolo leggero provvisto di due ruote aventi lo stesso diametro, fornite di pneumatici e montate su un telaio di metallo l'una dietro l'altra. 
bicìclico, agg. (pl. m.-ci) Relativo a un composto organico la cui formula contiene due sistemi ciclici. 
bicìclo, sm. Veicolo a due ruote di diverso diametro, progenitore dell'odierna bicicletta. 
bicigìte, sf. Sindrome che presenta disturbi intestinali e tumefazioni linfoghiandolari. 
bicilìndrico, agg. 1 Dotato di due cilindri. 2 Di lente avente due superfici cilindriche. 
Bicinìcco Comune in provincia di Udine (1.779 ab., CAP 33050, TEL. 0432).