Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: Quanto inquina la tua auto?

  

Novità del sito: Quotidiani d'epoca consultabili online

Calovéto Comune in provincia di Cosenza (1.621 ab., CAP 87060, TEL. 0983). 
calpestaménto, sm. Atto, effetto del calpestare. 
calpestàre, v. tr. 1 Premere con i piedi, camminare sopra qualcosa. ~ pestare. 2 Opprimere, violare, offendere. ~ disprezzare. <> rispettare, onorare. 
calpestìo, sm. Il calpestare prolungato. ~ scalpiccio. 
Caltabellòtta Comune in provincia di Agrigento (5.059 ab., CAP 92010, TEL. 0925). 
Caltagiróne Comune in provincia di Catania (39.000 ab., 608 m, CAP 95041, TEL. 0933) sorge su un colle tra i monti Erei e Iblei. Il territorio è coltivato a cereali, viti, agrumi, ulivi e tabacco che alimentano il mercato agricolo. Pregiato l'artigianato delle maioliche e della terracotta. La città fu occupata da arabi (IX sec.), normanni (XI sec.) e Aragonesi (1464). Conserva edifici in stile barocco come le chiese di San Giacomo e San Giorgio. 
Caltanissètta Città della Sicilia (415,94 km2, 63.000 ab., 568 m, CAP 93100, TEL. 0934), capoluogo della provincia omonima. È situata nel cuore dell'isola, su un'altura (monte San Giuliano) che sovrasta la valle del fiume Salso. È importante mercato dei prodotti agricoli della zona (cereali, frutta, olio, vino, agrumi), con industrie alimentari e meccaniche. È sede di un istituto tecnico minerario, un museo mineralogico e dei begli edifici barocchi (palazzo Moncada, chiesa di San Sebastiano, duomo). La città sorge sul luogo dell'antica Nisa o Nissa, centro di origine greca, da cui deriva il nome con cui vengono chiamati gli abitanti di Caltanissetta, nisseni; dal 1087 fu feudo normanno, quindi divenne contea e poi ducato degli Aragonesi. Nel 1407 passò sotto il dominio dei Moncada. 
Provincia di Caltanissetta 
(2.128 km2, 294.000 ab.) È una zona collinosa coltivata a cereali, frutta, vite e olivi; nella pianura di Gela si incontrano molti agrumeti. Il sottosuolo fornisce zolfo e petrolio. Buono il movimento turistico. I centri principali sono Gela, Mazzarino, Niscemi, San Cataldo. 
Caltavutùro Comune in provincia di Palermo (4.943 ab., CAP 90022, TEL. 0921). 
Caltignàga Comune in provincia di Novara (2.212 ab., CAP 28010, TEL. 0321). 
Càlto Comune in provincia di Rovigo (872 ab., CAP 45030, TEL. 0425). 
Caltràno Comune in provincia di Vicenza (2.329 ab., CAP 36030, TEL. 0445). 
calùgine, o calùggine, sf. 1 Lanugine bianca che copre foglie, frutti e simili. 2 La prima pelurie degli Uccelli e degli adolescenti. 
calumàre, v. tr. Far scorrere un cavo o una catena fuori bordo o dall'alto dell'alberatura sul ponte di coperta. 
calumet, sm. invar. Pipa sacra dei Pellirosse. 
calùmo, sm. La parte del cavo di ormeggio o di rimorchio, o della catena dell'ancora, che viene a trovarsi fuori bordo. 
calùnnia, sf. Falsa accusa che si muove a qualcuno pur sapendolo innocente, per danneggiarlo; diffamazione, maldicenza, impostura. ~ denigrazione. <> lode, elogio, encomio. 
Calunnia, La Film drammatico, americano (1936). Regia di William Wyler. Interpreti: Merle Oberon, Miriam Hopkins, Joel McCrea. Titolo originale: These Three 
calunniàre, v. tr. Accusare falsamente. ~ screditare. <> elogiare. 
calunniatóre, agg. e sm. (f.-trìce) Che, chi calunnia. 
calunnióso, agg. Che ha carattere o scopo di calunnia. ~ maldicente, diffamatorio. <> elogiativo, veritiero. 
<< indice >>