Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

Campagnòla Cremàsca Comune in provincia di Cremona (430 ab., CAP 26013, TEL. 0373). 
Campagnòla Emìlia Comune in provincia di Reggio Emilia (4.445 ab., CAP 42012, TEL. 0522). 
Campagnòla, Giùlio (Padova 1482-1515?) Incisore. Ideò la maniera punteggiata. 
campagnòlo, agg. e sm. agg. Di campagna; campestre, contadinesco, rustico. ~ agricolo. <> urbano. 
sm. Chi vive in campagna. ~ contadino. <> cittadino. 
Campaldìno Piana alluvionale della Toscana, nella valle dell'Archiano. 
campàle, agg. 1 Che avviene o si svolge in campo aperto. 2 Del campo di battaglia. 
Campan, Jeanne-Louise Henriette Genet (Parigi 1752-Nantes-sur-Seine 1822) Educatrice francese. Fu posta da Napoleone I alla guida dell'Istituto femminile di Écouen. Tra le opere, De l'éducation des femmes (Sull'educazione delle donne) che rivela l'influenza delle idee di J.-J. Rousseau. 
Campàna Comune in provincia di Cosenza (3.244 ab., CAP 87061, TEL. 0983). 
campàna, sf. 1 Strumento di metallo, solitamente in bronzo, avente forma approssimativamente conica, di bicchiere rovesciato; percosso dal battaglio appeso nel suo interno, o da un martello esterno, produce suoni regolari. 2 In musica le campane sono uno strumento a percussione usato nelle orchestre composto da una serie di tubi in acciaio accordati.¤ ¤3 Cupola di vetro sottile e trasparente sotto la quale si custodiscono oggetti delicati. 4 Accessorio di vetro opaco o di lamiera che si pone sulle lampade per moderare la luce. 5 La parte interna del capitello corinzio, attorno alla quale sono disposte le foglie d'acanto. 6 La parte terminale, svasata degli strumenti a fiato. 7 Cassone ad aria complessa adottato negli impianti per le fondazioni subacquee o pneumatiche. 8 Gioco di ragazzi detto anche mondo. 9 Versione. ~ opinione. 
Campana, Dino (Marradi, FI 1885 - Castel Pulci, FI - 1932), poeta dalla vita travagliata: non conclude gli studi di chimica intrapresi all'Università di Bologna in seguito all'insorgere di disturbi psichici (con un paio di ricoveri in manicomio); vagabonda in vari paesi europei e sudamericani; nel 1913 consegna a Soffici e Papini il quadernetto dei suoi Canti Orfici (che Soffici perde ed è costretto a riscrivere, e poi far stampare privatamente); poi altri viaggi si alternano a un altro soggiorno in clinica e a una tumultuosa relazione con Sibilla Aleramo nel 1916-17; è ricoverato definitivamente in manicomio nel 1918. Molti suoi scritti usciranno postumi (tra il 1940 e il 1970). Le sue poesie, visionarie e ricche di arditi simbolismi, sono tra le più genuine espressioni del decadentismo italiano, e in parte anticipano le successive esperienze della poetica ermetica. 
Campaņa, Pedro Nome assegnato in Spagna a Pieter de Kempeneer (Bruxelles 1503-1580) Pittore fiammingo. Tra le opere Presentazione al tempio (1555, Siviglia, Cattedrale) e Scene della vita di Cristo (1556, Córdoba, Cattedrale). 
campanàccio, sm. Campana appesa al collo di bovini per facilitarne il ritrovamento durante il pascolo. 
campanàre, v. tr. Dare la campanatura a un treno di ruote di un autoveicolo. 
campanàrio, agg. Delle campane. 
Campanàrio, Cerro Monte (4.049 m) condiviso da Cile e Argentina, nelle Ande meridionali. 
campanàro, sm. Chi ha il compito di suonare le campane. 
campanatùra, sf. 1 Forma data a una ruota per assicurare una buona rigidità. 2 Inclinazione delle razze di una ruota o di una puleggia rispetto al cerchio a alla corona. 3 Incurvamento delle pale di un'elica. 
Campane di Corneville, Le Operetta in tre atti di R. Planquette, libretto di Clairetville e Gabet (Parigi, 1877). 
campanèlla, sf. 1 Piccola campana. 2 Termine generico che indica oggetti a forma di anello metallico. 3 Orecchino a forma di cerchietto, per lo più, d'oro. 
Campanèlla, Tommàso (Stilo 1568-Parigi 1639) Filosofo e scrittore. Entrato nell'ordine dei domenicani, fu processato con l'accusa di eresia e congiura ai danni del potere spagnolo. Rimase in carcere per ventisette anni, quindi si recò a Roma sotto la tutela di Urbano III ma, nel 1633, fu costretto a lasciare la città per rifugiarsi in Francia. Cercò di fondere il sensismo telesiano con la filosofia agostiniana dell'autocoscienza. Nella sua opera La cittā del Sole (1602) avanza l'ipotesi utopistica di una repubblica universale in cui si realizzano il bene individuale e quello collettivo. Tra le altre opere, Della Monarchia di Spagna (1601), Philosophia realis (1623), Metaphysica (1638), Theologia (1624). 
<< indice >>