Home page
aerotraspòrto, sm. Trasporto per via aerea. 
aerotrèno, sm. 1 Gruppo formato da un aerorimorchiatore e da uno o più alianti a traino (anche da bersagli mobili o striscioni pubblicitari). 2 Veicolo ferroviario a cuscino d'aria, con propulsione determinata da ruote pneumatiche (alle basse velocità) o motori elettrici ed eliche (alle alte velocità). 
aerotropìsmo, sm. Tropismo condizionato dall'aria. 
aeroturbìna, sf. Impianto o dispositivo atto a trasformare la forza dei venti in energia elettrica. 
aerovìa, sf. Corridoio aereo lungo il quale è assicurato agli aerei il continuo collegamento radio con le basi. 
aeschna, sf. Genere di Odontotati che comprende grandi libellule colorate che possono raggiungere anche i dieci centimetri di apertura alare. Appartiene alla famiglia degli Escnidi. 
aethusa, sf. Genere di Ombrellifere composto dall'unica specie Aethusa cynapium. Per la presenza della cinapina risulta essere velenosa e fetida. 
aetìte, sf. Varietà di ossido di ferro idrato. Detta anche pietra aquilina poiché le aquile la portavano nel loro nido per facilitare la deposizione delle uova. 
AF Sigla di Alta Frequenza. 
àfa, sf. Caldo umido e opprimente. ~ calura. <> refrigerio. 
afachìa, sf. Mancanza, congenita o acquisita, del cristallino. 
Afanasiev, Aleksandr Nikolaevic (Voronez 1802-Mosca 1871) Scrittore. Tra le opere Raccolta di favole popolari russe (1863). 
Afanìtteri, sm. Ordine di piccoli Insetti ematofagi cui appartengono le pulci. Sono parassiti temporanei; talvolta le femmine possono diventare permanenti. Spesso sono vettori di malattie infettive. 
àfar, sm. Lingua del gruppo cuscitico meridionale parlata dai danachili etiopi. 
afasìa, sf. Disturbo causato da lesioni cerebrali a carico dei centri del linguaggio che si manifesta con la difficoltà di articolare e comprendere le parole. L'afasia si può suddividere in motoria e sensoriale. Il primo caso è caratterizzato da un'incapacità da parte di chi ne è affetto di esprimersi verbalmente, non accompagnata da reali difficoltà percettive. Il secondo tipo, invece, inibisce le facoltà di analisi e comprensione del soggetto, impedendogli l'apprendimento delle tecniche di espressione (parola, scrittura e gestualità). 
afàsico, agg. e sm. 1 Relativo ad afasia. 2 Affetto da afasia. 
afelchìa, sf. Temporanea fuga mentale dalla realtà. 
afèlio, sm. Il punto dell'orbita di un pianeta (o di una cometa) in cui questo viene a trovarsi alla massima distanza dal Sole. La Terra raggiunge il suo afelio il 4 luglio. <> perielio. 
Afèltra, Gaetàno (Amalfi 1915-) Giornalista, direttore de Il Giorno dal 1972 al 1980. Tra i suoi scritti, Desiderare la donna d'altri, Famosi a modo loro, Missiroli e i suoi tempi (1985) e Mordi la mela ragazzo (1995). 
afemìa, sf. Termine in uso un tempo dai neurologi per indicare l'afasia motoria.