Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)


Logo Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

Cesàte Comune in provincia di Milano (10.831 ab., CAP 20020, TEL. 02). Centro industriale (prodotti dell'abbigliamento, tessili e chimici). Gli abitanti sono detti Cesatesi
Cesbron, Gilbert (Parigi 1913-1979) Romanziere. Tra le opere Cani sperduti senza collare (1954) ed è mezzanotte dottor Schweitzer (1964). 
CESDI Sigla di Centro di Studi e di Documentazione sull'Informazione. 
cesellàre, v. tr. 1 Incidere metalli col cesello. ~ intagliare, bulinare, scalpellare, sbalzare. 2 Scolpire, scrivere o compiere altri lavori con estrema accuratezza. ~ rifinire. <> raffazzonare. 
cesellàto, agg. Si dice di ciò che ha subito un'opera di cesellatura. 
cesellatóre, sm. (f.-trìce) 1 Chi lavora di cesello. 2 Artigiano che lavora ceramiche o rilega libri. 
cesellatùra, sf. Lavoro eseguito col cesello. 
cesèllo, sm. 1 Strumento d'acciaio duro, smusso per incidere metalli. 2 L'arte del cesellare. 
Cesèna Comune in provincia di Forlì (90.000 ab., 44 m, CAP 47023, TEL. 0547), lungo la via Emilia; ortaggi, frutta, industrie alimentari, chimiche, dell'abbigliamento, del legno. Città romana, poi ostrogota, fu feudo malatestiano nel XIV sec. conoscendo un periodo di splendore; in seguito fu della Santa Sede. Biblioteca Malatestiana e cattedrale (XIV-XV sec.). 
cesèna, sf. Uccello (Turdus pilaris) della famiglia dei Turdidi e dell'ordine dei Passeriformi. Di colore scuro con la coda nera, vive in Europa e Asia ai margini dei boschi. Cerca il cibo in gruppo. 
Cesenàtico Comune in provincia di Forlì (20.390 ab., CAP 47042, TEL. 0547). Porto peschereccio, centro industriale (prodotti alimentari) e turistico (balneazione) del litorale adriatico. Vi si trova l'Acquarium dei delfini. Gli abitanti sono detti Cesenaticesi
CESI Sigla di Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano. 
Cèsi, Federìco (Roma 1585-Acquasparta 1630) Botanico e naturalista. Nei suoi studi, fu uno dei più importanti precursori di Linneo. Fondò e sostenne finanziariamente l'Accademia dei Lincei. 
Cesinàli Comune in provincia di Avellino (2.041 ab., CAP 83020, TEL. 0825). 
cèsio, sm. Elemento metallico di simbolo Cs, numero atomico 55, peso atomico 132,91. Piuttosto diffuso in natura nella lepidolite e nella pollucite, è un metallo alcalino duttile e morbido, di colore bianco argenteo, punto di fusione a 28,6 °C, punto di ebollizione a 670 °C. 
Cèsio Comune in provincia di Imperia (240 ab., CAP 18020, TEL. 0183). 
Cesiomaggióre Comune in provincia di Belluno (4.007 ab., CAP 32030, TEL. 0439). 
CESIS Sigla di Comitato Esecutivo per i Servizi di Informazione e di Sicurezza. 
Ceske Budejovice Città (100.000 ab.) della Repubblica Ceca, capoluogo della provincia della Boemia Meridionale. 
cesóia, sf. 1 Utensile a due lame per tagliare lamiere, profilati e simili. 2 Usato nell'accezione plurale, grosse forbici da giardiniere. 
<< indice >>