Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

Châteauroux Città (51.000 ab.) della Francia, capoluogo del dipartimento dell'Indre. 
Chatham Isola della Nuova Zelanda, nell'oceano Pacifico. La maggiore dell'arcipelago omonimo. 
Châtillon Comune in provincia di Aosta (4.632 ab., CAP 11024, TEL. 0166). 
chat-line, sf. invar. Linee telefoniche o telematiche con le quali si può comunicare con ignoti interlocutori dei più svariati argomenti. 
Chat-Noir (Le) Famoso ritrovo di intellettuali sorto a Parigi nel 1881 e chiuso definitivamente nel 1897. 
Chattanooga Città (170.000 ab.) degli USA, nello stato del Tennessee. Centro industriale e commerciale sulle rive del fiume omonimo. Principale nodo ferroviario del sud degli Stati Uniti. È sede di industrie chimiche, tessili e metallurgiche. Punto strategico durante la guerra di secessione, fu centro di numerose battaglie che sono ricordate, nelle vicinanze della città, nei parchi militari di Chattanooga e Chickamauga. 
Chatterton Dramma di A. de Vigny (1835). 
Chaucer, Geoffrey (Londra 1340 ca.-1400) Poeta, è reputato il padre della lingua inglese per averle dato dignità letteraria, impiegando la variante centrorientale. Visse anche in Italia, lesse le opere di Dante, Petrarca e Boccaccio; in particolare, il suo capolavoro I racconti di Canterbury (1386-1400) furono influenzati dal Decameron di Boccaccio. La sua opera è un riconoscimento della nuova società borghese. Altre sue opere sono Il parlamento degli uccelli (1382), Troilo e Criseide (1383-1385 ca.). 
che, cong., agg., pron. e sm.
cong. 1 Introduce proposizioni dichiarative (oggettive, soggettive e completive in generale). credo che sia stato lui. 2 Introduce proposizioni consecutive. mi implorò tanto che dovetti cedere. 3 Introduce proposizioni causali. prendi l'ombrello che piove. 4 Introduce proposizioni finali. fa' che tutto riesca bene. 5 Introduce proposizioni temporali. sono due mesi che non ho sue notizie. 6 Si usa per introdurre il secondo termine di paragone. 7 Introduce proposizioni comparative. 8 Si usa con valore di comando, di augurio. che ti venga un po' di bene. 9 Si usa con valore limitativo. che io sappia, non si è ancora laureato. 10 introduce prop. eccettuative. non posso fare altro che andarmene. 11 Si usa con valore generico in espressioni enfatiche. 12 Forma numerose congiunzioni composte e locuzioni congiuntive. 
pron. invar. relativo 1 Il quale, la quale, i quali, le quali. un tipo che sa il fatto suo. 2 In cui ( il giorno che sono partito), di cui ( questo è il libro che t'ho detto). 3 La qual cosa ( dal che deduco che non mi vuoi bene
pron. invar. interrog. / esclam. / indef. (solo singolare) che hai detto? a che pensi? che dici! c'è in lei un che di romantico a che (perché) lo ha fatto fatto?
agg. invar. interrog. ed esclam. Quale, quali. che libri compri? che pizza che sei!
sm. Solo nella locuzione il che e il come nel senso di ogni cosa, il tutto. ha voluto sapere il che e il come di quel che mi è capitato
che, cong., agg., pron. e sm.
cong. 1 Introduce proposizioni dichiarative (oggettive, soggettive e completive in generale). credo che sia stato lui. 2 Introduce proposizioni consecutive. mi implorò tanto che dovetti cedere. 3 Introduce proposizioni causali. prendi l'ombrello che piove. 4 Introduce proposizioni finali. fa' che tutto riesca bene. 5 Introduce proposizioni temporali. sono due mesi che non ho sue notizie. 6 Si usa per introdurre il secondo termine di paragone. 7 Introduce proposizioni comparative. 8 Si usa con valore di comando, di augurio. che ti venga un po' di bene. 9 Si usa con valore limitativo. che io sappia, non si è ancora laureato. 10 introduce prop. eccettuative. non posso fare altro che andarmene. 11 Si usa con valore generico in espressioni enfatiche. 12 Forma numerose congiunzioni composte e locuzioni congiuntive. 
pron. invar. relativo 1 Il quale, la quale, i quali, le quali. un tipo che sa il fatto suo. 2 In cui ( il giorno che sono partito), di cui ( questo è il libro che t'ho detto). 3 La qual cosa ( dal che deduco che non mi vuoi bene
pron. invar. interrog. / esclam. / indef. (solo singolare) che hai detto? a che pensi? che dici! c'è in lei un che di romantico a che (perché) lo ha fatto fatto?
agg. invar. interrog. ed esclam. Quale, quali. che libri compri? che pizza che sei!
sm. Solo nella locuzione il che e il come nel senso di ogni cosa, il tutto. ha voluto sapere il che e il come di quel che mi è capitato
Che bella domenica! Romanzo di J. Semprun (1980). 
Che cos'è la letteratura? Saggio di J. P. Sartre (1946). 
Che cos'è la proprietà Opera di filosofia di P. J. Proudhon (1840). 
Che cos'è l'arte Saggio di L. N. Tolstoj (1897). 
Che cos'è l'oblomovismo? Opera di critica letteraria di N. Dobroljubov (1859). 
Che disgrazia l'ingegno! Commedia di A. Griboedov (1822-1823) 
Che fare? Opera di politica di V. I. Lenin (1902). 
Che ho fatto io per meritare questo? Film commedia, spagnolo (1985). Regia di Pedro Almodovar. Interpreti: Carmen Maura, Angel De Andrés Lopez, Veronica. Forqué. Titolo originale: Que he hecho yo para mercer esto? 
Che la festa cominci Film storico, francese (1974). Regia di Bertrand Tavernier. Interpreti: Philippe Noiret, Jean Rochefort, Jean-Pierre Marielle. Titolo originale: Que la fête commence ... 
Che ve ne sembra dell'America? Racconto di W. Saroyan (1934). 
<< indice >>