Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)


Logo Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

classìfica, sf. 1 Graduatoria in ordine di merito dei partecipanti di una gara. 2 Nel linguaggio burocratico, elenco dei candidati che hanno partecipato a un concorso secondo il punteggio ottenuto. era risultato il primo nella speciale classifica redatta dalla commissione. 3 Classificazione. 
classificàbile, agg. Che può essere classificato. 
classificàre, v. v. tr. 1 Dividere in classi. ~ catalogare. 2 Valutare il compito di un alunno attribuendogli un voto o un giudizio. ~ valutare. il suo compito era uno dei pochi a non essere stato classificato
v. rifl. Ottenere un determinato posto in classifica. ~ piazzarsi. puntiamo a classificarci fra i primi quattro
classificatóre, sm. 1 Chi classifica. 2 Cartella o mobile con i cassetti per contenere fogli e documenti. 
classificatòrio, agg. Che serve alla classificazione, che può classificare. 
classificazióne, sf. Atto, effetto del classificare. ~ suddivisione, graduatoria, schedatura. 
classìsmo, sm. La posizione di chi considera la lotta politica essenzialmente determinate dalle differenze sociali e di classe. 
classìsta, agg., sm. e sf. (pl. m.-i) agg. 1 Classistico. 2 Basato su considerazioni esclusivamente di una classe. era un atteggiamento classista
sm. e sf. Chi accetta il classismo. 
classìstico, agg. (pl. m.-ci) Conforme al classismo, che riguarda il classismo. 
clàstico, agg. (pl. m.-ci) Detto di roccia costituita di frammenti di rocce preesistenti. 
clastomanìa, sf. Alterazione psichica consistente nell'insopprimibile desiderio del paziente di rompere gli oggetti che gli sono intorno. 
clàtro, sm. Genere di Funghi gastromiceti appartenenti alla famiglia delle Clatracee. 
Claude (? 1475 ca.-Roma 1537) (detto Il Divino). Pittore su vetro francese. Invitato da Bramante, dipinse, insieme a Guillaume Marcillat, in Santa Maria del Popolo le vetrate del coro e grandi vetrate per il Vaticano, distrutte nel 1527. 
Claude, Albert (Longlier 1899-Bruxelles 1983) Fisiologo belga. Realizzò una centrifuga speciale per la separazione e lo studio degli elementi cellulari. Fu insignito del premio Nobel nel 1974 insieme a Christian Réné De Duve e a George Emil Palade. 
Claude, Georges (Parigi 1879-Saint-Cloud 1960) Chimico e industriale francese. Gli sono attribuiti la sintetizzazione dell'ammoniaca e un metodo di liquefazione dell'aria. 
Claudel, Paul (Villeneuve-sur-Fère en Tardenoise, Aisne 1868-Parigi 1955) Poeta e drammaturgo. Tra le opere Cinque grandi odi (1910) e il dramma L'annuncio a Maria (1912). 
claudetìte, sf. Modificazione monoclina di arsenolite, minerale di alterazione che si trova in cristalli incolori o bianchi. 
Claudiàno, Clàudio (morto nel 404 o 408) Poeta latino. Tra le opere De consulatu Stilichonis e De bello Gothico
claudicànte, agg. Zoppicante. 
claudicàre, v. intr. Zoppicare. 
<< indice >>