Home page
concimazióne, sf. Distribuzione del concime. 
concìme, sm. Sostanza fertilizzante naturale. ~ letame. 
concinnità, sf. Eleganza di stile derivante dalla disposizione armonica dei suoni e delle parole. 
concìnno, agg. Dotato di armoniosa eleganza. 
concìno, sm. 1 Artigiano che ripara oggetti rotti. 2 Nell'industria del cuoio, bagno composto da vecchi succhi di scorze già parzialmente fermentati e quindi contenenti acidi organici. 
cóncio, agg. e sm. (pl. m.-ce) agg. 1 Che è stato sottoposto a concia. 2 Acconcio. 
sm. 1 Letame. 2 Pietra squadrata usata nelle costruzioni. 
concionàre, v. v. tr. Rivolgersi a una persona ad alta voce. 
v. intr. Parlare a una folla con enfasi. 
concióne, sm. Discorso pubblico, solenne. 
conciossiachè, cong. Poiché, quindi; benché, sebbene. 
concisaménte, avv. In modo conciso. ~ stringatamente, laconicamente. <> prolissamente. 
concisióne, sf. Stringatezza. ~ brevità. 
concìso, agg. Che esprime idee con stringatezza ed efficacia. ~ breve, essenziale. <> ridondante. 
concistoriàle, agg. Del concistoro. 
concistòro, sm. Assemblea di cardinali convocata dal papa. 
concitaménto, sm. Atto ed effetto del concitare. 
concitàre, v. tr. 1 Suscitare. ~ provocare. 2 Agitare, eccitare. ~ sconvolgere. 
concitàto, agg. Che manifesta eccitazione, emozione e simili. ~ esagitato, frenetico, affannato. <> calmo. 
concitazióne, sf. L'essere concitato. 
concittadìno, sm. Che è della medesima città di altri. ~ compaesano. <> forestiero. 
conclamàre, v. tr. Acclamare insieme, a gran voce.