Home page
controfìrma, sf. Firma messa dopo quella di un altro come convalida della prima. 
controfirmàre, v. tr. Apporre una controfirma. ~ avallare, convalidare. 
controfòdera, sf. Tela grezza che viene interposta tra il panno e la fodera per rendere più consistente la stoffa. 
controfòrza, sf. Forza che agisce in senso contrario a un'altra. 
controfósso, sm. Piccolo fosso che affluisce nel fosso grande e che scorre parallelo a questo. 
controfùne, sf. Corda d'acciaio che agisce in senso contrario rispetto a quella traente. 
controfuòco, sm. Incendio appiccato volontariamente per bruciare materiale combustibile e che ne innesca un altro. 
controgirèllo, sm. Taglio di carne della coscia di bue. 
controguàrdia, sf. Opera di fortificazione destinata a coprire il muro di scarpa del ramparo del retrostante bastione. 
Controguèrra Comune in provincia di Teramo (2.494 ab., CAP 64010, TEL. 0861). 
controimprónta, sf. Rilievo formatosi su una roccia e successivamente consolidato da un cemento naturale in seguito al deposito, in un'impronta cava, di argilla o altro materiale plastico. 
controindicàre, v. tr. Rappresentare una controindicazione. 
controindicàto, agg. Sconsigliato in una data circostanza. ~ deleterio. <> benefico, utile. 
controindicazióne, sf. 1 Circostanza che sconsiglia un'azione. 2 In un testo scritto, notazione a margine. 
controinformazióne, sf. Informazione che si propone come alternativa rispetto a quella fornita dai mezzi di comunicazione ufficiali. 
controinterrogatòrio, sm. Interrogatorio che ha lo scopo di controllare la veridicità delle risposte date da un accusato. 
controllàbile, agg. Che si può controllare. 
controllàre, v. v. tr. 1 Verificare, esaminare. ~ accertare. all'aeroporto le guardie controllarono i loro documenti. 2 Sorvegliare. ~ vigilare. 3 Dominare, governare. ~ dirigere. controllare i propri istinti. 4 Marcare l'avversario, nel gioco del calcio. controllare la palla, giocarla in modo utile. 
v. rifl. Capacità di vincere i propri impulsi. ~ dominarsi. in quella situazione riuscģ a controllarsi e a evitare il peggio
controllàto, agg. Si dice di persona padrona di sé, che sa dominare i propri impulsi. 
controller, sm. invar. 1 Dispositivo elettronico che comanda il funzionamento di una macchina a controllo numerico in base a istruzioni memorizzate su nastro perforato. 2 Dispositivo di comando ferroviario manuale. 3 Funzionario che analizza e interpreta i risultati di gestione.