Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Generatore di password casuali

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

 

Abéché Città (188.000 ab.) del Ciad, capoluogo della prefettura di Ouddaï. 
Abéché Città (188.000 ab.) del CiadAbelàrdo, Pietro (Le Pallet, Nantes 1079-Châlon-sur-Saône 1142) Teologo, maestro di dialettica e filosofo francese. In seguito alla relazione con una sua allieva, Eloisa, fu condannato all'evirazione. Dopo la tragica conclusione della vicenda si fece monaco. Allievo di Roscellino, fu tuttavia critico nei confronti del suo maestro e propose, sul problema degli universali, la teoria del concettualismo. Per l'ostilità di molti teologi del suo tempo, tra cui San Bernardo, fu dichiarato eretico due volte (nei concili di Soissons (1121) e di Sens (1141). Tra le sue opere, Dialectica (1121), Sic et non (1121), Theologia christiana (1123), Introductio ad theologiam e il Dialogus inter iudaeum, philosophum et christianum. Di grande interesse per la comprensione della cultura e della società dell'epoca, sono l'autobiografia Historia calamitatum mearum e il carteggio epistolare scambiato con Eloisa. In teologia Abelardo propose la ricerca personale come mezzo di scoperta della verità e per la soluzione di questioni controverse. In etica affermò che il criterio della moralità degli atti non è fissato dalla sola norma esteriore, ma anche dall'intenzione con cui il soggetto compie un'azione. 
Abèle Personaggio biblico, secondo figlio di Adamo ed Eva, fu assassinato dal fratello Caino geloso perché meno gradito a Dio. La sua morte ispirò molte opere letterarie, come il poema La morte di Abele di Solomon Gessner (1758), l'oratorio del Metastasio La morte d'Abel (1732) e l'Abele di Alfieri. 
abelmósco, sm. Nome comune dell'Hibiscus abelmoschus, detto anche ambretta. Coltivato nei paesi tropicali per estrarne oli essenziali dal profumo di muschio, viene utilizzato in profumeria e come aromatizzatore di liquori 
Abeokuta Città (396.000 ab.) della Nigeria, capoluogo dello stato di Ogun. 
Aberdeen Città della Gran Bretagna (200.000 ab.) nella regione scozzese di Grampian. Situata alla foce dei fiumi Don e Dee, risulta essere uno dei porti più importanti della Scozia sul Mare del Nord. Particolarmente sviluppata è la pesca di aringhe e non mancano insediamenti industriali con impianti conservieri, alimentari e della lavorazione di carta e granito. Residenza dei re di Scozia per due secoli, conserva una pregevole cattedrale gotica (Saint Machar). 
Aberdeen, George Hamilton (Edimburgo 1784-Londra 1860) Conte inglese e uomo politico conservatore; fu primo ministro dal 1852 al 1855. 
aberrànte, agg. Anormale. ~ abnorme. <> regolare. 
aberrànza, sf. Singolarità rappresentata da un valore che si discosta notevolmente dalla media di un campione osservato. 
aberràre, v. intr. Sviarsi; deviare dalla norma, dal giusto. 
aberratio delicti, loc. avv. Divergenza tra il reato voluto e quello commesso. 
aberratio ictus, loc. avv. Errore nell'attuazione di un proposito criminoso consistente nel commettere l'azione contro una persona che non ha nulla a che vedere con quella cui l'azione era diretta. 
aberrazióne, sf. 1 Il deviare da ciò che è normale. ~ snaturamento. <> dirittura. 2 Anomalia di organi o funzioni. ~ disfunzione. <> regolarità. 3 Mostruosità. 
abetàia, sf. Abetina. 
a-betalipoproteinemìa, sf. Impossibilità da parte delle cellule intestinali di sintetizzare le lipoproteine beta (nota anche come sindrome di Bassen-Kornzweig). 
abéte, sm. Nome comune di un gruppo di esemplari vegetali della famiglia delle Pinacee. Comprende le conifere dei generi Abies, Picea e Pseudotsuga. L'abete è pregiato per il suo legno, usato per la carta, i mobili e gli strumenti musicali, e per la resina, utilizzata per la produzione di coloranti. 
Abete bianco 
Gimnosperma (Abies alba) della famiglia delle Pinacee e della classe delle Conifere. Raggiunge i 45 m e vive fino a 800 anni. 
Abete di Douglas 
Gimnosperma (noto anche come abete odoroso, Pseudotsuga Douglasii) della famiglia delle Pinacee e della classe delle Conifere. Raggiunge i 100 m e vive fino a 1.000 anni. 
Abete rosso 
Gimnosperma (noto anche come peccio, Picea excelsa) della famiglia delle Pinacee e della classe delle Conifere. Diffuso in Europa centrale, nella penisola balcanica e in Siberia. Utilizzato per la produzione di mobili. 
Abéte, Luìgi (Roma 1947-) Presidente della Confindustria dal 1992 al 1996, grande imprenditore nell'editoria. 
abetèlla, sf. 1 Fusto di abete rimondo, lungo e sottile. 2 Pertica per esercizi di ginnastica. 
abetìna, sf. Bosco di abeti. 
<< indice >>