Home page
Demètrio Nome di sovrani. 
Macedonia Demetrio I Poliorcete 
(336?-Apamea sull'Oronte 283 a. C.) Figlio di Antigono Monoftalmo, alla sua morte nel 301, tentò di assumere il controllo della Grecia, allora sotto Cassandro. Alla morte di quest'ultimo nel 297 prese possesso della Macedonia e ne divenne re nel 293. Nel 285 fu sconfitto durante una spedizione in Asia. 
Demetrio II Etolico 
(275?-229 a. C.) Figlio di Antigono Gonata, gli succedette nel 239 come re di Macedonia. Sconfisse gli etoli. 
Russia Demetrio IV Donskoj 
(1350-1389) Figlio di Ivan II, divenne gran principe di Mosca dal 1362. Sconfisse i tartari dell'Orda d'Oro sul Don (1380) ed estese i possessi del suo principato sugli altri stati russi. 
Siria Demetrio I Sotere 
(187-150 a. C.) Figlio di Seleuco IV, fu ostaggio a Roma dal 175 al 162 e in quest'ultimo anno divenne re. Riuscì ad arginare la rivolta giudaica dei Maccabei (161). 
Demetrio II Nicatore 
(161?-125 a. C.) Figlio di Demetrio I Sotere, cacciato l'usurpatore Bala gli succedette al trono nel 145. Nel 140 venne catturato dai parti; riuscì a rientrare in possesso del regno nel 129, ma nel 126 fu battuto e ucciso da un usurpatore. 
Demetrio III Eucairo 
(?-88 a. C.) Figlio di Antioco VIII, fu re di Siria dal 95 insieme al fratello Filippo I. Perì prigioniero dei parti. 
Demètrio Falerèo (Falero 350 ca.-Egitto 285 a. C.) Politico ateniese. Governatore di Atene dal 317, cercò di instaurare il regime teorizzato dai filosofi. Demetrio Poliorcete lo cacciò nel 307 ed egli morì in Egitto. 
Demetrio Pianelli Romanzo di E. De Marchi (1890). 
demilitarizzàre, v. tr. Smilitarizzare. <> militarizzare. 
demineralizzazióne, sf. Formazione irregolare nel sistema nervoso centrale di aree di distribuzione focale della guaina melica, generalmente seguita da infiammazione. 
deminerallizzàre, v. tr. Eliminare sostanze minerali da un liquido o da un materiale. 
demiscelatóre, sm. Circuito con funzioni di filtro che viene posto vicino alle prese di un impianto di antenna televisiva allo scopo di separare i segnali VHF da quelli UHF. 
demi-sec, agg. invar. Semisecco, detto di vino o liquore. 
demistificàre, v. tr. Criticare radicalmente l'immagine ufficiale di qualcuno o qualcosa mettendone in evidenza le caratteristiche reali, dissacrare. ~ demitizzare. 
demistificazióne, sf. Il demistificare, l'essere demistificato. 
demitizzàre, v. tr. Riconsiderare un evento o un personaggio liberandolo dalle componenti leggendarie. ~ smitizzare. <> mitizzare. 
demitizzazióne, sf. Il demitizzare, l'essere demitizzato. 
demiurgìa, sf. Attività del demiurgo. 
demiùrgico, agg. (pl. m.-ci) Di demiurgo. 
demiùrgo, sm. (pl.-ghi o-gi) L'ordinatore o l'artefice dell'universo secondo molte religioni. 
Demme, Jonathan (Long Island 1944-) Regista cinematografico statunitense. Diresse Qualcosa di travolgente (1986), Il silenzio degli innocenti (1991) e Philadelphia (1993). 
demo- 1 Primo elemento di parole composte. 2 Abbreviazione di democratico. 
democraticaménte, avv. In modo democratico. 
democraticità, agg. L'essere democratico. 
democràtico, agg. e sm. (pl. m.-ci) agg. 1 Della democrazia. ~ popolare, ugualitario. <> antidemocratico, dittatoriale. 2 Di persona che rispetta le persone di grado inferiore. ~ paritario. <> dispotico, tirannico. aveva un capo dai modi democratici
sm. 1 Che segue i principi della democrazia. 2 Iscritto a un partito democratico.