Home page
disàgio, sm. 1 Mancanza di comodità e di agi. ~ privazione. <> agiatezza. 2 Imbarazzo. ~ disappunto. 3 Fastidio, disturbo. ~ impaccio. <> agio. 
Disagio della civiltà, Il Opera di psicologia di S. Freud (1929). 
disalberàre, v. tr. Privare una nave dell'alberatura. 
disallineàre, v. tr. Disporre su linee diverse ciò che era allineato. <> allineare. 
disàmara, sf. Frutto costituito da due samare unite. 
disamàre, v. tr. Cessare di amare. 
disambientàto, agg. Che si trova a disagio in un ambiente nuovo. 
disambiguàre, v. tr. Togliere ambiguità a una parola o a una frase. 
disàmina, sf. Esame attento. 
disaminàre, v. tr. Esaminare attentamente. ~ vagliare. 
disamoraménto, sm. Il disamorare, il disamorarsi e l'effetto. 
disamoràre, v. v. tr. Togliere ad altri l'amore o l'interesse verso una persona o una cosa. ~ disaffezionare. 
v. intr. pron. Cessare di amare, perdere interesse. ~ disaffezionarsi. <> innamorarsi, affezionarsi. 
disamoràto, agg. e sm. Che, chi non prova più amore o interesse. ~ disaffezionato. <> innamorato. 
disamóre, sm. Mancanza d'amore o d'interesse. ~ disaffezione. <> amore, affetto. 
disancoràre, v. v. tr. 1 Togliere l'ancora. 2 Liberare da un vincolo, rendere autonomo. 
v. intr. pron. 1 Liberarsi dall'ancora. 2 Rendersi autonomo, staccarsi. ~ sganciarsi. 
disanimàre, v. v. tr. Togliere coraggio. ~ scoraggiare. 
v. intr. pron. Perdersi d'animo. ~ scoraggiarsi. 
disappannàre, v. tr. Pulire una superficie lucida o trasparente eliminando ciò che l'appanna. 
disappetènza, sf. Mancanza di appetito. 
disapprovàre, v. tr. Non approvare, criticare. ~ dissentire, biasimare. <> approvare. 
disapprovazióne, sf. 1 Il disapprovare. 2 Biasimo. ~ riprovazione. <> approvazione.