Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Generatore di password casuali

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

 

Alfa Crucis Stella della costellazione Croce del Sud, distante 310 anni luce dalla Terra; ha magnitudine apparente 0,9 e magnitudine assoluta-4. 
alfa-1-antitripsìna, sf. Componente del siero ematico che inibisce gli enzimi proteolitici; il suo tasso nel siero diminuisce a seguito di gravi patologie epatiche. 
alfabèta, agg., sm. e sf. Chi sa leggere e scrivere. 
alfabetàrio, sm. Serie di tavolette che recano stampate le lettere dell'alfabeto. 
alfabeticaménte, avv. In ordine alfabetico. 
alfabètico, agg. Dell'alfabeto; conforme all'ordine delle lettere dell'alfabeto. 
alfabetìsmo, sm. 1 Principio e sistema di scrittura alfabetica. 2 Il saper leggere e scrivere. 
alfabetizzàre, v. tr. 1 Liberare dall'analfabetismo insegnando a leggere e scrivere. 2 Mettere in ordine alfabetico. 
alfabetizzazióne, sf. Azione dell'alfabetizzare. 
alfabèto, sm. Sistema di segni usati per rappresentare graficamente i suoni di una lingua. In origine i segni avevano un carattere figurativo e venivano incisi su pietre per esprimere esattamente quello che rappresentavano (animali, armi ecc.). Più tardi, la scrittura divenne ideografica, il segno, cioè, rappresentava non solo la cosa ma anche un concetto più generale; con il tempo è passato a esprimere il suono alla base della parola. I primi segni fonetici, sono stati usati dagli egizi che li interponevano agli ideogrammi. Furono i fenici, nella seconda metà del II millennio a. C., a gettare le basi di un alfabeto come è inteso oggi, organizzandolo sistematicamente in ventidue segni consonantici. Tra il XII e l'VIII sec. a. C., i greci adottarono l'alfabeto fenicio, adattandolo alla loro lingua. Dalla Grecia passò ai popoli italici, ebrei e arabi. Tra gli alfabeti italici, ebbero molta fortuna quello etrusco e quello latino. ~ abicì. 
Alfabeto Cristiano Opera di teologia di J. de Valdés (1546). 
àlfa-bloccànti Gruppo di sostanze chimiche capaci di bloccare o inibire i recettori alfa del sistema adrenergico. 
alfàlfa, sf. Nome spagnolo dell'erba medica medicago sativa
alfàna, sf. Cavallo arabo, grosso, forte e focoso. 
Alfàni, Giànni Poeta fiorentino del XIII sec., scrisse un sonetto satirico dedicato a G. Cavalcanti e sei ballate. 
Alfàno (abate) (Salerno 1020 ca-1085) Abate benedettino e poi arcivescovo di Salerno. 
Alfàno (comune) Comune in provincia di Salerno (1.541 ab., CAP 84040, TEL. 0974). 
alfanumèrico, agg. In informatica è il sottoinsieme di caratteri che comprende i numeri e le lettere dell'alfabeto. 
alfaterapìa, sf. Utilizzo dei raggi alfa a scopo terapeutico. 
Alfedèna Comune in provincia di L'Aquila (741 ab., CAP 67030, TEL. 0864). 
<< indice >>