Home page
EEG Sigla di elettroencefalogramma. 
EEPROM In informatica è la sigla di Electrically Erasable Programmable Read Only Memory (memoria a sola lettura programmabile e riscrivibile elettricamente). 
efebèo, sm. Sala del ginnasio riservata agli esercizi ginnici degli efebi. 
efebìa, sf. Sistema si formazione militare e civile del soldato-cittadino in vigore nelle antiche città greche. Gli esercizi militari erano compendiati da studi letterari e musicali. 
efèbico, agg. (pl. m.-ci) Che ha l'aspetto o le forme delicate di un efebo. 
efèbo, sm. 1 Nell'antica Grecia era il giovane appena uscito dalla fanciullezza. 2 Giovane di aspetto e modi effeminati. 
Efedràcee Famiglia di Gimnosperme Gnetine che comprende il solo genere Ephedra
efedrìna, sf. Alcaloide estratto dall'ephedra che, analogamente all'adrenalina, ha un effetto eccitante sul sistema nervoso centrale e stimolante su quello simpatico. A differenza dell'adrenalina, però, è caratterizzata da un'azione molto più energica e protratta nel tempo, pur essendo somministrabile per via orale. Viene usata in medicina per la cura dell'asma e di alcune malattie cardiovascolari; in oculistica è inoltre utilizzata per provocare la dilatazione della pupilla. L'efedrina può anche essere prodotta sinteticamente. 
efèlide, sf. Macchiolina della pelle di colore giallo-bruno. ~ lentiggine. 
Efèmera, sf. Genere di piccoli Insetti Efemerotteri della famiglia degli Efemeridi. 
Efemeridi Famiglia di Insetti Efemerotteri il cui prototipo è il genere efemera. 
Efemeròtteri Ordine di Insetti Pterigoti cui appartengono le efemere, le Cleoen, le Paraleptopklebia e le Polymitarcis. Diffusi in tutto il mondo non si nutrono e perciò vivono un tempo molto breve. 
efendi, sm. acc. Titolo turco che veniva posposto al nome ed era assegnato ai saggi, ai magistrati, ai dignitari religiosi e agli uomini di cultura. 
Èfeso Antica città della Lidia, un tempo sul mare Egeo (oggi è a 8 km ca.), alla foce del fiume Caistro. Fondata dalle Amazzoni (o da Androclo), fu il punto più importante per la venerazione della dea Cibele. I greci la colonizzarono nell'XI sec. a. C. Fu poi conquistata da Creso (560 a. C.) e in seguito dai persiani di Dario. Dopo la morte di Alessandro Magno fu retta prima da Lisimaco e poi contesa fra Seleucidi e Tolomei. Passata definitivamente a Roma nel 133 a. C., conobbe un periodo di notevole splendore. Dopo la scissione dell'impero fu spesso oggetto di scorrerie dei turchi che la conquistarono definitivamente nel 1308. Notevoli i reperti greci, ellenistico-romani e bizantini. 
Concili di Efeso 
Il terzo concilio ecumenico si tenne a Efeso nel 431 e portò alla condanna del nestorianesimo, dottrina che attribuiva due nature a Cristo. 
Nel 449 Teodosio II convocò un concilio per discutere del monofisismo, riconosciuto ortodosso. Papa Leone I l'annullò (latrocinio di Efeso) e condannò il monofisismo a Calcedonia (451). 
Efèsto Figlio di Zeus e di Era, dio del fuoco e sposo di Afrodite. Scagliato giù dall'Olimpo da Zeus, fu accolto in mare dalle dee Teti ed Eurimone. Nelle sue fucine forgiò l'armatura di Achille. Dai romani fu chiamato Vulcano. 
EFF Sigla di Electronic Frontier Foundation (fondazione di frontiera elettronica). Si tratta di un'associazione finalizzata alla difesa della riservatezza personale nell'ambito della comunicazione in rete. 
èffe, sm. e sf. invar. Nome della lettera e del segno che la rappresenta. 
effemèride, sf. 1 Diario in cui si registrano giornalmente gli atti del re. 2 Al plurale, pubblicazione astronomica in cui vengono riportate, per ogni anno solare, le tabelle che indicano la posizione degli astri nella sfera celeste. 3 Pubblicazione periodica. 4 Almanacco, lunario. 
Nelle effemeridi sono contenute le coordinate esatte della posizione giornaliera degli astri (Sole, Luna, pianeti, comete, asteroidi), oltre ai dati su luminosità apparente, distanza dalla Terra e dal Sole, grandezza ecc. Vengono inserite anche informazioni su possibili eclissi, occultazioni e passaggi di meteore. Queste tavole vengono determinate con calcoli di meccanica celeste, prendendo come punto di partenza dei dati di osservazione e consentono di prevedere la posizione che gli astri realmente occupano nel cielo. 
effeminàre, v. tr. 1 Rendere femmineo. 2 Infiacchire. ~ snervare. 
effeminatézza, sf. L'essere effeminato.