Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

 

farfaràccio, sm. (pl.-i) Nome comune del Petasites officinalis, una pianta erbacea della famiglia delle Composite che vive nei luoghi umidi. 
farferùgine, sf. Nome comune della Caltha palustris
farfugliàre, v. intr. Pronunciare male. ~ biascicare. 
Fargue, Léon-Paul (Parigi 1876-1947) Poeta e prosatore. Tra le opere Poesie (1912) e Parigi, fedelmente (1932). 
Fariab Provincia (610.000 ab.) dell'Afghanistan, capoluogo Maimana. 
Faridabad Città (613.000 ab.) dell'India, nello stato dell'Haryana. 
Farigliàno Comune in provincia di Cuneo (1.735 ab., CAP 12060, TEL. 0173). 
farìna, sf. 1 Prodotto della macinazione dei semi di un cereale. 2 Prodotto ricavato dalla macinazione di varie sostanze (cerali, ceci, piselli, castagne, …, carne, pesce, …). 
Farìna, Giusèppe (Torino 1906-Chambéry 1966) Pilota automobilistico italiano, detto Nino. Campione italiano assoluto negli anni 1937, 1938, 1939 e campione del mondo, su Alfa Romeo, nel 1950. Morì in un incidente automobilistico. 
Farìna, Guìdo (Pavia 1903-) Compositore italiano. Ha avuto successo soprattutto per le sue opere di genere comico, tra le quali si ricordano La dodicesima notte (1928) e La finta ammalata (1940). 
Farinàcci, Robèrto (Isernia 1892-Vimercate 1945) Uomo politico, fu esponente dell'ala squadrista del partito fascista; venne eletto deputato dal 1921, segretario del partito dal 1925 al 1926, membro del gran consiglio del fascismo e ministro di stato. Venne fucilato dai partigiani nel 1945, dopo essere tornato in Italia dalla Germania, da dove era fuggito, per dar vita alla repubblica di Salò. 
farinàccio, sm. (pl.-i) Usato soprattutto al plurale, residuo di farina derivante dalla lavorazione di pane e pasta. 
farinàceo, agg. e sm. agg. 1 Che ha natura di farina. 2 Atto a ridursi in farina. 
sm. pl. Sostanze contenenti molto amido. 
farinàta, sf. 1 Alimento di farina cotta in acqua, latte o simili. 2 Specialità ligure a base di farina di ceci e acqua. 
Farinàti, Pàolo (Verona 1524-1606 ca.) Pittore italiano. Dipinse numerosi dipinti e affreschi in stile manieristico. Tra le opere, Strage degli Innocenti
Farìndola Comune in provincia di Pescara (2.083 ab., CAP 65010, TEL. 085). 
faringàle, agg. Riferito a consonante che si pronuncia mettendo a contatto la base della lingua con la parete della faringe. 
farìnge, sf. o sm. Condotto muscolo membranoso, a forma di imbuto, collocato dietro le fosse nasali e la cavità orale. Comunicando superiormente con naso e bocca e inferiormente con laringe ed esofago, appartiene sia alle vie aeree che a quelle digestive. Svolge anche funzioni di fonazione, amplificando le vibrazioni delle corde vocali poste nella laringe. Nel punto di congiunzione tra la faringe e la biforcazione laringo esofagea è posta l'epiglottide che, ripiegandosi, chiude l'accesso alla laringe, permette al bolo alimentare di scendere nell'esofago e ne rende impossibile l'accesso alle vie respiratorie. A causa della propria posizione, notevolmente esposta agli agenti esterni, la faringe può essere colpita da infezioni acute o croniche (faringiti). 
faringèo, agg. Che si riferisce alla faringe. 
faringìte, sf. Infiammazione acuta o cronica dell'orofaringe. La forma acuta è quasi sempre dovuta all'ampliamento di patologie interessanti l'anatomia circostante e si manifesta con febbre, congestione delle mucose e altri processi infiammatori. La faringite cronica è invece una malattia a lungo decorso che può essere causata da diversi fattori, patogeni o ambientali. 
<< indice >>