Home page
Farnése, Alessàndro (1520-1589) Figlio di Pier Luigi, fu cardinale e grande mecenate. 
Farnese Alessandro 
(Roma 1545-Arras 1592) Nobile italiano. Nato dal matrimonio di Ottavio Farnese e Margherita d'Asburgo, nel 1565 prese in moglie Maria, nipote del re Emanuele I del Portogallo, e si pose al servizio di Filippo II, re di Spagna, combattendo nella battaglia di Lepanto. Nel 1578 divenne governatore dei Paesi Bassi, dove riuscì ad arginare la rivolta di parte della popolazione (1579, pacificazione di Arras). Nel 1586 ereditò il titolo di duca di Parma, ma continuò a combattere per Filippo II, partecipando anche alla sfortunata impresa dell'Invencible Armada. 
Farnése, Ottàvio (1524-1586) Figlio di Pier Luigi, sposò Margherita d'Austria, figlia di Carlo V. 
Farnése, Pièr Luìgi (1503-1547) Duca di Castro dal 1538, fu in seguito anche duca di Parma e Piacenza (1545). Morì nel 1547 causa una congiura filoimperiale. 
farnesòlo, sm. Alcool sesquiterpenico presente in molti vegetali (es. rosa e tiglio). 
farneticaménto, sm. Il farneticare. 
farneticàre, v. intr. Pronunciare parole sconnesse e senza senso, sragionare, delirare. ~ vaneggiare. <> ragionare. 
farneticazióne, sf. 1 Il farneticare e l'effetto. ~ farneticamento. 2 Discorso assurdo. 
farnètico, agg. e sm. (pl. m.-chi) agg. Che è o pare in preda al delirio. 
sm. Accesso di frenesia, delirio. ~ follia. 
fàrnia, sf. Nome comune della Quercus peduncolata
Fàro Estrema punta a nord-est della Sicilia, sullo stretto di Messina. 
fàro, sm. 1 Specie di torre sulla cui sommità è posta una sorgente luminosa atta a guidare i naviganti durante la notte. ~ lanterna. 2 Dispositivo luminoso. È usato, con le stesse funzioni, nella navigazione aerea, grazie a strumenti elettronici (radiofaro). Il faro a lenti fu inventato dal francese Augustin Fresnel nel 1827. 3 Proiettori di cui sono muniti treni, autoveicoli ecc. 4 Punto di riferimento. ~ guida. 
Fàrra d'Alpàgo Comune in provincia di Belluno (2.585 ab., CAP 32010, TEL. 0437). 
Fàrra di Solìgo Comune in provincia di Treviso (7.495 ab., CAP 31010, TEL. 0438). 
Fàrra d'Isónzo Comune in provincia di Gorizia (1.647 ab., CAP 34070, TEL. 0481). 
farràgine, sf. Moltitudine confusa di cose disparate. ~ guazzabuglio. 
farraginosità, sf. L'essere farraginoso. 
farraginóso, agg. 1 Confuso, sconclusionato. ~ mescolato. 2 Ammucchiato alla rinfusa. ~ disordinato. <> lineare. 
Farrell, James Thomas (Chicago 1904-New York 1979) Scrittore americano, esponente del naturalismo statunitense. Scrisse molti romanzi, prendendo spunto dagli slum di Chicago, nel corso del periodo della grande depressione, narrati con crudo realismo e con fini documentaristici. Tra le sue opere, La vita di Studs Lonigan; Una vita nuovissima; La morte di Nora Ryan
fàrro, sm. Nome comune del Triticum spelta, un tipo di frumento avente glume che aderiscono alla cariosside. ~ granfarro. 
Farrukhabad Città (161.000 ab.) dell'India, nell'Uttar Pradesh, alla destra del fiume Gange.