Home page
fattìvo, agg. Utile o tendente a realizzare qualcosa. ~ operoso, attivo. <> improduttivo, fiacco. 
fàtto, agg. e sm. agg. 1 Fabbricato, costruito. ~ prodotto. 2 Portato a termine. ~ finito. <> incompiuto. 3 Cotto al punto giusto. 4 Nella sua pienezza. ~ maturo. <> immaturo, acerbo. erano ormai degli uomini fatti, quei bambini del suo ricordo. 5 Formato. <> incompleto. 6 Tagliato, portato. ~ idoneo. <> inadatto. non era fatto per simili imprese eroiche. 7 Molto stanco. ~ affaticato. 8 Drogato. 
sm. 1 Azione. ~ atto. 2 Serie di eventi che costituiscono la trama un romanzo, di un film ecc. 3 Qualunque cosa accada, vicenda. ~ avvenimento. quel fatto di cronaca, suscitò parecchie polemiche. 4 Evento, fenomeno. ~ circostanza. 5 Cosa, in senso lato. 6 Al plurale, casi privati. non devi interessarti dei fatti degli altri. 7 In locuzioni particolari, con valore pleonastico. 
fattóre, sm. 1 Creatore. 2 Ogni causa che determina un effetto. ~ agente. 3 In aritmetica ciascun termine di un prodotto. 4 (f.-essa) Chi dirige un'azienda agricola. ~ colono. 
Fattóri, Giovànni (Livorno 1825-Firenze 1908) Pittore, aderì inizialmente alla scuola romantico rinascimentale, per passare poi al verismo, sviluppando e divenendo il massimo esponente dei macchiaioli. Tra le sue opere Diego Martelli, Buoi al carro, Lo staffato, La rotonda di Palmieri (1866, Firenze, Galleria d'Arte Moderna) e Parete bianca (1868-1870, Valdagno, collezione privata). 
fattorìa, sf. 1 Azienda agricola. ~ tenuta. 2 Insieme dei fabbricati di un'azienda agricola. ~ masseria. 
Fattoria degli animali, La Romanzo di G. Orwell (1945). Parabola delle origini utopiche della rivoluzione russa e dello stato totalitario formatosi sotto Stalin. Nella forma di una favola talvolta esilarante ma più spesso amara, racconta la ribellione degli animali domestici contro gli oppressori umani. Inizialmente, gli animali vittoriosi sono mossi da uno spirito egualitario e condividono i sacrifici, ma presto i maiali, più furbi delle altre bestie, si impadroniscono della fattoria. Il loro motto è tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri. Parodiando la dirigenza della Russia postrivoluzionaria, i maiali istituiscono la dittatura e alla fine diventano più oppressivi dei padroni di un tempo. Alla fine, i maiali invitano i vicini umani a una festa di riconciliazione, così che gli altri animali si rendono conto di aver semplicemente scambiato una tirannide con un'altra. 
fattoriàle, agg. e sm. agg. 1 Che riguarda i fattori concorrenti alla produzione di un determinato effetto. 2 In matematica, che si riferisce a un fattore. 
sm. dato un numero naturale N, il suo fattoriale è il numero N! pari a 1 se N=0, a N·(N-1)·(N-2)·…·1.
fattorìno, sm. 1 Chi (in una azienda, un albergo, …) è incaricato dei piccoli servizi, in particolare di consegna e recapito. ~ portacarte, commesso. 2 addetto alla distribuzione dei biglietti in un mezzo di tarsporto pubblico
fattrìce, sf. Femmina di animali di razza destinata alla riproduzione. 
fattucchière, sm. (f.-a) 1 Chi fa pratica di stregoneria. ~ mago. 2 Imbroglione. 
fattucchierìa, sf. Pratica di arti magiche popolari. 
fattùra, sf. 1 Il fare e l'effetto. 2 Opera. ~ prodotto. 3 Modo in cui una cosa è realizzata. ~ manifattura. la fattura del prodotto è di ottima qualità. 4 Stregoneria, incantesimo. ~ fattucchieria. 5 Documento contenente i dati necessari a identificare un'operazione commerciale che il venditore deve rilasciare al compratore. ~ bolla, ricevuta. non riusciva più a tenere il conto delle fatture emesse
fatturàre, v. tr. 1 Manipolare. ~ adulterare. 2 Emettere, redigere una fattura. ~ contabilizzare. 
fatturàto, agg. e sm. agg. Annotato in fattura. 
sm. Ammontare delle fatture emesse da un'impresa in un determinato periodo. ~ vendite, ricavo. 
fatturazióne, sf. Atto ed effetto del fatturare. 
fatturìsta, sm. e sf. (pl. m.-i) Addetto alla compilazione delle fatture di una ditta. 
fatuità, sf. L'essere fatuo, leggerezza. ~ frivolezza. 
fàtuo, agg. 1 Vuoto. ~ vano. 2 Sciocco, vanesio. ~ frivolo. <> sensato. i tuoi discorsi fatui non mi interessano per niente! 3 Inconsistente. fuoco fatuo
fàuci, sf. pl. 1 Apertura posteriore della cavità boccale. 2 Bocca. ~ apertura. 
Faucit, Helena Saville (Londra 1817-Bryntysilio, Galles 1898) Attrice inglese. Figlia dell'attore John Saville (1783-1853), apprese da lui l'arte della recitazione drammatica e s'impose alle platee dei più illustri teatri con le opere di Shakespeare e contemporanee, affiancata dai massimi artisti del momento.