Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

 

iura Nella storia del diritto romano, insieme delle norme giuridiche derivanti dalle vecchie fonti repubblicane e dall'attività della giurisprudenza classica. 
iura Nella storia del diritto romanoiura Nella storia del diritto romanoiussìvo, agg. e sm. Di forma verbale o costruzione che esprime un comando. 
iùta, sf. 1 Materia tessile che si ricava dalla corteccia di alcune piante delle Tigliacee. 2 Tela per sacchi d'imballaggio fabbricati con fibre di iuta. 
iutièro, agg. Della iuta. 
iutifìcio, sm. Stabilimento industriale in cui si lavora la iuta. 
iuvenalie, o iuvenali, sf. pl. Nella Roma dell'età imperiale, feste e giochi in onore della dea Iuventas. 
IVA Sigla di Imposta sul Valore Aggiunto. 
IVA Sigla di Imposta sul Valore Aggiunto. 
Ivan il terribile Film drammatico, russo (1944). Regia di Sergej Mikhailovic Eisenstein. Interpreti: Nicolaj Cerkasov, Ludmilla Celichovskaja, Serafina Birman. Titolo originale: Ivan Groznij 
Ivan IV il Terribile (Mosca 1530-1584) Gran principe di Mosca (1533) e primo zar di Russia (1547). Succedette a Basilio III ancora bambino, sotto la reggenza della madre Elena, alla cui morte rimase sotto la tutela della duma (assemblea) dei boiari (famiglie dei Glinskij, dei Belskij e dei Sujskij), le cui rivalità lo impressionarono e nel corso degli anni fecero crescere in lui un desiderio di vendetta che assunse successivamente aspetti tali da giustificare il soprannome di Terribile con il quale è passato alla storia. Nel 1547 divenne zar e per dodici anni esercitò il potere con la collaborazione di un consiglio privato (rada). Fu un periodo di equilibrio, caratterizzato anche dall'influenza benefica della principessa Anastasia Romanov, che lo zar aveva sposato. Ivan si sforzò di creare un governo non soggetto al controllo della grande aristocrazia: migliorò leggi, formò organi eletti dalla popolazione, organizzò il primo nucleo di soldati permanenti (gli streltzi) e riorganizzò la chiesa cercando sostegno in elementi vicino a essa (concilio del 1551). Nel 1552 iniziò le grandi spedizioni verso l'esterno: distruzione del canato musulmano di Kazan; il Volga divenne fiume russo; nel 1554 Astrachan fu conquistata; guerra in Livonia contro la Svezia e la Lituania, per espandersi verso gli Urali e la Siberia. L'inizio delle guerre livoniche e la morte della principessa Anastasia (1560) furono però la causa di una grave crisi e il preludio del periodo tirannico (1564). Ivan lottò spietatamente contro i boiari, i rappresentanti della chiesa e l'aristocrazia, instaurando un nuovo regime di terrore: in preda a una follia di persecuzione, distrusse città (Novogorod nel 1570), fece decapitare oppositori, annunciò di voler fuggire in Inghilterra dopo aver lasciato il potere a uno zar fantoccio e nel 1581 uccise il figlio maggiore. Tra il 1582 e il 1583 abbandonò la Livonia alla Polonia e la regione di Narva alla Svezia, rinunciando definitavamente ad aprire alla Russia uno sbocco sul Baltico. Le riforme di Ivan modificarono profondamente l'assetto sociale del paese: anche se il suo tentativo di espandersi ebbe scarsi successi, iniziò la penetrazione russa in Siberia, destinata negli anni a svilupparsi sempre di più; il suo tentativo di limitare i poteri della grande aristocrazia ne fa un sovrano relativamente moderno. Per questi motivi, nonostante gli atti di crudeltà, riscuote le simpatie degli storici e degli artisti moderni sovietici. 
Ivanhoe Romanzo di W. Scott (1820). Ambientato nell'Inghilterra del XII secolo al tempo delle crociate, si svolge sullo sfondo storico dei conflitti tra conquistatori normanni e popolazione indigena sassone. Riccardo Cuor di Leone, dopo la conclusione della crociata, rientra segretamente in Inghilterra, dove nel frattempo il fratello Giovanni si è impadronito del potere. Per riconquistare il trono, Riccardo si appoggia ai sassoni. Wilfred Ivanhoe è un cavaliere sassone al servizio del re Riccardo. Lo scioglimento dell'avventura avviene in occasione di un torneo. Il romanzo mescola personaggi storici (come Riccardo Cuor di Leone) e vicende storiche (III Crociata, 1189-1192) liberamente reinterpretati. I temi ricorrenti nell'opera sono quelli del medioevo romantico (il torneo dei cavalieri, la foresta come rifugio del brigante gentiluomo, l'eroe di elevata virtù, i cavalieri di identità misteriosa, gli amori impossibili) e verranno ripresi in tutti i romanzi storici successivi. 
Ivanhoe 
Film d'avventura, americano (1952). Regia di Richard Thorpe. Interpreti: Robert Taylor, Elizabeth Taylor, Joan Fontaine. Titolo originale: Ivanhoe 
Ivano o il cavaliere del leone Poema di Chrétien de Troyes (XII sec.). 
Ivàno-Fracéna Comune in provincia di Trento (279 ab., CAP 38059, TEL. 0461). 
Ivano-Frankovsk Città (226.000 ab.) dell'Ucraina occidentale, capoluogo della provincia omonima (1.443.000 ab.), estesa fra la pianura della Podolia e i Carpazi settentrionali 
Ivanov, Lev Ivanovic (Mosca 1834-San Pietroburgo 1901) Coreografo e ballerino russo. Interpretò lo Schiaccianoci (1892) e Il lago dei cigni (1895). 
Ivanov, Vjaceslav Ivanovic (Mosca 1866-Roma 1949) Poeta russo. Studiò a Berlino. Subì l'influsso di F. Nietzsche e fu uno dei principali esponenti russi del simbolismo. Tra le sue opere, Dioniso e i culti predionisiaci (1923), Gli astri piloti (1903), Cor ardens (1911), Sonetti d'inverno (1920), L'uomo (1939). 
Ivanov, Vsevolod Vjaceslavovic (Lebjaz'e 1895-Mosca 1963) Scrittore russo. Fu introdotto da Gor'kij nei fratelli di Serapione. Scrisse racconti e romanzi ambientati in Mongolia e Siberia e nei quali descrive un mondo primordiale, tra i quali Partigiani (1921), Il treno blindato 1469 (1922), La creatura (1922), Vetri colorati (1922), Il ritorno di Buddha (1923), Il mistero dei misteri (1927), La presa di Berlino (1946). 
Ivanovo Città (481.000 ab.) della Russia, sul fiume Uvod. Capoluogo della provincia omonima (1.300.000 ab.). 
<< indice >>