Home page
lagnàrsi, v. intr. pron. 1 Risentirsi e mostrare il proprio malcontento. ~ lamentarsi. 2 Dolersi, rincrescersi, rammaricarsi. ~ dispiacersi. <> rallegrarsi. 3 Recriminare. ~ protestare. 
Lagnàsco Comune in provincia di Cuneo (1.341 ab., CAP 12030, TEL. 0175). 
làgno, sm. Lamento. 
lagnóne, agg. Che si lagna continuamente. 
lagnosaménte, avv. In modo lagnoso. 
lagnóso, agg. 1 Lamentoso. ~ piagnucoloso. 2 Noioso, seccante. ~ pesante. 
Làgo Comune in provincia di Cosenza (3.401 ab., CAP 87035, TEL. 0982). 
làgo, sm. (pl.-ghi) 1 Massa d'acqua che riempie una cavità senza una comunicazione diretta con il mare. 2 Abbondante quantità di liquido sparso. 
Lago dei cigni, Il Balletto in quattro atti di P. I. Cajkovskij, libretto di V. Beghiscev e V. Geltzer (Mosca, 1877). 
lagoftàlmo, sm. Incapacità delle palpebre di ricoprire completamente l'occhio. 
Lagomòrfi Ordine dei Mammiferi simili ai Roditori dai quali si differenziano per orecchie più lunghe, asimmetria evidente nello sviluppo delle zampe (quelle posteriori sono molto più sviluppate) e la presenza di due denti incisivi in più. Da citare la famiglia degli Ocotonidi (o lepri fischianti) proprie dell'America e dell'Asia e quella dei Leporidi (coniglio e lepre). Queste ultime specie sono state introdotte dall'uomo in Madagascar e in Australia a scopo di allevamento. 
lagóne, sm. Termine usato nella zona dei soffioni boraciferi della Toscana per indicare dei piccoli bacini di forma circolare, contenenti acque piovane o di condensazione, in corrispondenza delle quali si hanno evaporazioni di vapore acqueo unito a carbonio e ammoniaca. 
Lagonégro Comune della provincia di Potenza (6.245 ab., CAP 85042, TEL. 0973), situato a 666 m di altezza, nell'alto bacino del fiume Noce. Centro di villeggiatura estivo. La parte antica del centro abitato è arroccata su una rupe dove si trovano i resti del castello e di altre fortificazioni; di rilievo la chiesa di San Nicola del X sec. Nota fin dalla preistoria, ebbe grande importanza nel medioevo, fu feudo dei Carafa, si liberò nel 1552 dai feudatari. Durante il periodo napoleonico fu teatro di combattimenti. 
Lagopésole Centro della Basilicata, frazione di Avigliano, in provincia di Potenza, situato a 830 m d'altezza, noto per il castello, splendido esempio di architettura svevo-pugliese (1242-1250). 
Lagorài Catena montuosa delle Alpi Dolomitiche. Vetta più elevata la cima di Cece (2.772 m). 
Lagòrio, Gìna (Bra, Cuneo 1930-) Scrittrice e saggista. Legata alla terra d'origine e alle sue influenze culturali, tra le quali lo scrittore B. Fenoglio, è autrice di saggi letterari sullo stesso Fenoglio e sui poeti Camillo Sbarbaro (1888-1967) e su Angelo Barile (1888-1967). La sua narrativa è caratterizzata da un linguaggio a un tempo realistico e lirico. Tra le opere, Approssimato per difetto (1971), La spiaggia del lupo (1977), Tosca dei gatti (1983), Golfo del Paradiso (1987), Tra le mura stellate (1991), Il silenzio (1993) e Il bastardo (1996). 
Lagos Città della Nigeria (1.243.000 ab.), situata sulla laguna alla foce del fiume Ogun e collegata al golfo di Guinea dal canale Mac Gregor. Il centro storico sorge sull'isola omonima collegata da ponti al continente. Centro commerciale e porto di grande importanza (il più grande di tutta la costa occidentale dell'Africa), comunica per via ferroviaria con l'interno; esporta legno, manufatti di cotone, olio di palma e possiede industrie alimentari, chimiche, tessili, delle automobili, delle attrezzature elettroniche, meccaniche e calzaturiere. È sede arcivescovile cattolica e di un'università. La città, chiamata Eko dagli indigeni, fu successivamente chiamata Lagos dai navigatori portoghesi nel XV sec. Punto di partenza della tratta degli schiavi fino alla metà del XIX sec., venne occupata dagli inglesi nel 1861 che vi stabilirono la loro sovranità. Divenne capitale coloniale della Nigeria nel 1914. Nel 1960 la conquista dell'indipendenza, favorì un notevole sviluppo economico. Dal 1991 la sede del governo fu trasferita nella città di Abuja (all'interno del Paese). 
Lagos 
Stato (5.686.000 ab.) della Nigeria, capoluogo Ikeja. 
Lagosànto Comune in provincia di Ferrara (4.387 ab., CAP 44023, TEL. 0533). 
Lagrange, Joseph Louis de (Torino 1736-Parigi 1813) Matematico italiano di origine francese. Si dedicò a studi e ricerche di fondamentale importanza nel campo della matematica riguardanti il calcolo delle variazioni, la teoria delle funzioni analitiche e il procedimento di calcolo delle derivate. Nella sua opera Meccanica analitica (1788) propone una trattazione della meccanica su basi analitiche. Elaborò la teoria delle perturbazioni e condusse importanti studi sul problema dei tre corpi. 
Lagrange, Joseph Louis de (Torino 1736-Parigi 1813) Matematico italiano di origine francese. Si dedicò a studi e ricerche di fondamentale importanza nel campo della matematica riguardanti il calcolo delle variazioni, la teoria delle funzioni analitiche e il procedimento di calcolo delle derivate. Nella sua opera Meccanica analitica (1788) propone una trattazione della meccanica su basi analitiche. Elaborò la teoria delle perturbazioni e condusse importanti studi sul problema dei tre corpi.