Home page
larìnge, sf. È l'organo dei tetrapodi dedicato sia alla fonazione che alla separazione tra l'apparato respiratorio e quello digestivo. È posto tra la faringe e la trachea proprio davanti all'esofago. La cavità interna, rivestita di mucosa, è agganciata superiormente all'osso ioide, mentre inferiormente e lateralmente si appoggia alle cartilagini tiroidea e cricoidea e alle aritenoidi. Nell'uomo forma nella parte centrale del collo una sporgenza che nei maschi adulti può assumere un aspetto particolarmente evidente detto pomo d'Adamo. Solitamente ha la forma di una piramide con base triangolare verso l'alto; la parte interna si restringe dove si trovano due paia di corde vocali, le false corde vocali poste superiormente e le vere corde vocali, poste in basso, che vibrando consentono l'emissione dei suoni. 
laringectomìa, sf. Asportazione, parziale o totale, della laringe. 
laringèo, o larìngeo, agg. 1 Che appartiene alla laringe. 2 Relativo alla laringe. 
laringìte, sf. Infiammazione acuta e cronica della laringe. Caratterizzata da raucedine, tosse secca ed edema della mucosa, la forma acuta può essere curata con inalazioni, antibiotici, cortisonici, vitamine. Nel caso limite in cui l'edema causa il soffocamento può essere necessario ricorrere alla tracheotomia. La laringite cronica viene favorita da condizioni predisponenti (inquinamento dell'aria, tabagismo, infiammazioni acute recidivanti), presenta sintomi analoghi a quelli della forma acuta e richiede una terapia causale. 
laringo- Primo elemento di parole composte. 
laringocèle, sm. Estroflessione della mucosa laringea causata da fessure dovute a traumi della laringe o a difetti di formazione delle cartilagini. 
larìngoiatra, sm. (pl.-i) Medico specializzato in laringoiatria. 
laringoiatrìa, sf. Branca della medicina che studia le malattie della laringe. 
laringologìa, sf. Studio fisiologico, anatomico e patologico della laringe. 
laringoplegìa, sf. Paralisi, parziale o totale, dei muscoli della laringe che può essere provocata da una lesione del sistema nervoso centrale o di un'affezione dei nervi faringei. 
laringoscopìa, sf. Esplorazione della laringe. 
laringospàsmo, sm. Contrazione delle corde vocali che provoca un'occlusione spastica della glottide. 
laringotomìa, sf. Apertura chirurgica della laringe. 
laringotracheìte, sf. Infiammazione della laringe e della trachea. 
Larìno Comune in provincia di Campobasso (8.249 ab., CAP 86035, TEL. 0874). 
Làrio Nome tradizionale del lago di Como. 
Larionov, Michail (Tiraspol, Bessarabia 1881-Fontenay-aux-Roses 1964) Pittore russo. Tra le opere I soldati (1908, Londra, Collezione privata) e Primavera (1912, Parigi, Collezione privata). 
Làrissa Città greca della Tessaglia (100.000 ab.) capoluogo dell'omonimo nomo (5.380 km2, 255.000 ab.). Si trova lungo il corso del fiume Pinios, in una zona agricola che consente la produzione di agrumi, cereali, frutta, olive, ortaggi, tabacco. Le industrie principali sono quelle tessili, metalmeccaniche, del tabacco e del vetro. 
Larìzza, Piètro (Reggio Calabria 1935-) Sindacalista. Dal 1992 fu segretario generale della UIL. 
Larmor, Joseph (Magheragall, Irlanda del Nord 1857-Holywood, Belfast 1942) Sir. Fisico irlandese, si occupò di termodinamica ed elettrodinamica. Scoprì il movimento di precessione, che prese il suo nome, delle particelle dotate di carica elettrica in moto in un campo magnetico. Studiò anche la relatività e la fisica atomica, alla quale diede un notevole contributo, sintetizzato nell'opera Etere e materia (1900).