Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Generatore di password casuali

 

lentìggine, sf. Efelide. 
lentigginóso, agg. Che ha lentiggini. 
Lentìni Comune in provincia di Siracusa (30.000 ab., CAP 96016, TEL. 095) situato nella parte meridionale della piana di Catania. L'agricoltura con agrumi, frutta e ortaggi, l'industria meccanica, alimentare, del cemento, del vetro e del legno sono le maggiori attività economiche. Fondata nel 729 a. C. con il nome di Leontinoi dai calcidesi di Nasso, fu una delle prime colonie greche. 
lentìsco, sm. Arbusto (Pistacia lentiscus) delle Anacardiacee con foglie pennate, drupe con semi oleosi e racemi di fiori. Si ricava dal fusto una sostanza aromatizzante e adesiva detta mastice di Chio. È diffusa nella regione mediterranea. 
lènto, agg. e sm. agg. 1 Privo di sollecitudine. ~ pigro. <> rapido. 2 Di lunga durata e poca intensità. morte lenta. 3 Molle. ~ allentato. <> teso. 4 Di chiome che scendono libere. 5 Poco veloce. ~ flemmatico. <> svelto, veloce. voleva invitarla per un ballo lento. 6 Tardo, poco reattivo. era lento nell'apprendere
sm. 1 Didascalia che prescrive un'esecuzione molto adagio. 2 Ballo a ritmo lento. 
lentocrazìa, sf. Termine che indica, in senso ironico, la lentezza caratteristica della burocrazia nel disbrigo delle pratiche che le competono. 
Lenya, Lotte (1900-1981) Attrice austriaca. Moglie del compositore K. Weill, fu celebre interprete di Brecht. 
Lenz Novella di G. Büchner (1836). 
Lenz, Emilij Christianovic (Dorpat 1804-Roma 1865) Fisico russo. Diede il nome alla legge dell'induzione elettromagnetica, da lui enunciata. 
Lenz, Jakob Michael Reinhold (Sesswegen 1751-Mosca 1792) Poeta, scrittore e drammaturgo tedesco. Conobbe nel 1771 Goethe e appartenne allo Sturm und Drang, il movimento precursore del romanticismo. Teorizzò la sua poetica nel saggio Note sul teatro (1774). Scrisse alcuni drammi, in particolare Il precettore (1774) e I soldati (1776), in cui analizzò con ironia e lucidità la società contemporanea. 
Lenz, Siegfried (Lych, Prussia Orientale 1926-) Scrittore tedesco. Tra le opere Lezione di tedesco (1968) e Museo di storia patria (1978). 
lènza, sf. 1 Filo sottile, alla cui estremità sono fissati uno o più ami per pescare. 2 Striscia di terreno coltivata ricavata per terrazzamento dei fianchi di una collina. 3 Persona furba. ~ dritto. <> ingenuo. 
lenzatóre, sm. Pescatore alla lenza. 
lenzuòlo, sm. Ciascuno dei due grandi teli che si stendono sul letto e fra i quali si giace. 
[plurale: i lenzuoli (presi uno per uno), le lenzuola (a paia)]
Lèo, Leonàrdo (San Vito dei Normanni 1694-Napoli 1744) Compositore. Autore tra l'altro di Demofoonte (opera, 1735) e L'Olimpiade (opera, 1737). 
Leòcare (VI sec. a. C.) Scultore greco. Tra le opere Apollo del Belvedere (350 ca., Vaticano, Musei Vaticani, copia romana). 
Lèogra Torrente (21 km) che nasce dal gruppo montuoso del Pasubio e sfocia nel fiume Bacchiglione. 
Leon Film drammatico, francese (1994). Regia di Luc Besson. Interpreti: Jean Reno, Gary Oldman, Danny Aiello. Titolo originale: Leon (The Professional) 
León (Messico) Città (872.000 ab.) del Messico, nello stato di Guanajuato. Mercato agricolo e zootecnico. Le principali industrie sono quelle metallurgiche, alimentari, tessili, conciarie, delle calzature, del cemento e della carta. Fu fondata nel 1576. Vi si trova una cattedrale costruita nel XVI sec. 
León (Nicaragua) Città (101.000 ab.) del Nicaragua occidentale, capoluogo del dipartimento omonimo. 
<< indice >>