Home page
lisìna, sf. Amminoacido costituente di molte proteine, con importante funzione di regolazione della crescita degli organismi. È anche così detta una sostanza contenuta nel sangue, tuttora poco nota, di natura enzimatica, capace di distruggere i microrganismi tramite lisi delle cellule. 
Lìsio Comune in provincia di Cuneo (302 ab., CAP 12070, TEL. 0174). 
Lisìppo (Sicione 370 ca.-Sicione 300 a. C. ca.) Scultore e bronzista greco. Fu autore di circa 1.500 opere e scultore ufficiale di Alessandro Magno. Nessuna opera ci è pervenuta in originale. A differenza di Prassitele, predilesse il corpo maschile e preferì il bronzo al marmo. Con la sua ricerca formale, caratterizzata tra l'altro dall'abbandono della legge della frontalità e dall'acquisto dello spazio tridimensionale, pose le basi per il passaggio dall'arte classica a quella ellenistica. Tra le sue opere L'atleta che si deterge il sudore (Roma, musei Vaticani, copia romana) testimonia più di ogni altra il rinnovamento della scultura: non più l'atleta nella posa perfetta, ma l'uomo al termine della sua fatica; non più il perfetto equilibrio del corpo, ma un equlibrio instabile che tende al movimento; non più un essere sovrumano, ma un uomo concreto. Sono da ricordare, inoltre, L'atleta Agias (338?, Delfi, Museo Archeologico, copia antica), Alessandro appoggiato alla lancia (Parigi, Louvre, copia) e Ercole Farnese (Napoli, Museo Archeologico Nazionale, copia greca). 
Lisistrata Commedia di Aristofane (411 a. C.). È una delle 11 commedie di Aristofane conservate (delle oltre 40 attribuitegli). Decisa a far cessare la guerra, Lisistrata (Colei che scioglie gli eserciti) convoca un'assemblea delle donne, con rappresentanze provenienti da tutta la Grecia, ed espone il suo piano: le donne non dovranno più fare l'amore con i loro uomini se questi non accetteranno di concludere la pace. Superata qualche perplessità, la proposta viene accettata all'unanimità. Appena terminata l'assemblea, le donne di Atene occupano l'Acropoli, nella quale sono custoditi i fondi necessari per i rifornimenti e il finanziamento delle operazioni belliche. Dopo numerosi tentativi degli uomini di farle recedere, le donne hanno partita vinta. La pace conclusa viene festeggiata con canti e danze. 
Lisitea Satellite del pianeta Giove, scoperto da S. B. Nicholson nel 1938; ha un periodo orbitale di 261 giorni. Il suo raggio è di 12 km e si trova a 11.750.000 km di distanza. 
lìso, agg. Consumato, sciupato, malconcio. ~ logoro. <> nuovo. 
lisofòrmio, sm. Soluzione di sapone di potassio usato come antisettico o deodorante. 
lisosòma, sm. (pl.-i) Struttura granulare o vacuolare legata a processi digestivi endocellulari. I lisosomi, presenti in gran numero nelle cellule viventi, sono incaricati di digerire, quando è necessario, il citoplasma. 
lisozìma, sm. Termine che designa una proteina capace di distruggere la parete cellulare dei batteri fagocitati così da esercitare un'azione di difesa contro le infezioni virali e batteriche. 
LISP In informatica è la sigla di List Processor (gestore di liste). Linguaggio di programmazione di tipo funzionale creato verso la fine degli anni '50. Viene in genere utilizzato per applicazioni relative all'intelligenza artificiale. 
Lispector, Clarice (Tchetchelnik, Ucraina, 1917?-Rio de Janeiro 1978) Scrittrice brasiliana. Tra le opere La passione secondo G. H. (1964) e Legami di famiglia (1960). 
Liss, Johann (Oldenburg ca. 1595-Venezia 1629) Pittore tedesco. Tra le opere Il gioco della morra (Kassel, Gemäldegalerie) e Estasi di San Paolo (ca. 1628-1629, Berlino, Gemäldegalerie). 
Lissa Isola della Croazia, nel mar Adriatico. Fa parte dell'arcipelago dalmata. 
lìssa, sf. In medicina, altra denominazione di rabbia. 
Lissajous, Jules-Antoine (Versailles 1822-Plombières-les-Dijon 1880) Fisico francese. Studiò in particolare ottica e acustica. 
Figure o curve di Lissajous 
Curve descritte da un punto e originate dalla composizione di due moti armonici. Consentendo il confronto tra due frequenze, possono essere impiegate nelle operazioni di equilibratura degli oscilloscopi e degli oscillografi. 
lissencèfalo, agg. Di vertebrato, avente la superficie degli emisferi cerebrali liscia. <> girencefalo. 
Lissitskij, Lazar (Smolensk 1890-Mosca 1941) Pittore russo detto El Lissitskij. Tra le opere Proun I D (1919, Basilea, Kunstmuseum) e Proun 1924 (1924, Eindhoven, Stedelijk van Abbemuseum). 
Lissóne Comune in provincia di Milano (32.177 ab., CAP 20035, TEL. 039). Centro industriale (prodotti tessili, chimici, meccanici e del mobile). Gli abitanti sono detti Lissonesi
lissotrichìa, sf. In antropologia, condizione degli individui lissotrichi. 
List, Friedrich (Reutlingen 1789-Kufstein 1846) Economista tedesco. Elaborò la teoria sui vantaggi del protezionismo per lo sviluppo dei paesi industrialmente arretrati e scrisse Il sistema nazionale di economia politica (1841).