Home page
Madignàno Comune in provincia di Cremona (2.350 ab., CAP 26020, TEL. 0373). 
Madison Città (191.000 ab.) degli USA, capitale dello stato del Wisconsin, a nord di Chicago. Le principali risorse economiche si basano sulle industrie chimiche, meccaniche, metallurgiche e tessili. Sede di un'università e del Campidoglio in stile rinascimentale. 
Madison, James (Port Conway 1751-Montpellier 1836) Politico statunitense, collaborò con T. Jefferson e partecipò all'elaborazione del progetto di costituzione, che fu poi approvato nel 1789 a Filadelfia. Esponente del partito repubblicano, fu segretario di stato nel 1801 e quarto presidente degli Stati Uniti dal 1809 al 1817. Dichiarò guerra all'Inghilterra (1812), portando a compimento il distacco delle ex-colonie dalla madrepatria. 
Madiun Città (166.000 ab.) dell'Indonesia, nella provincia di Giava Orientale. 
Madòne Comune in provincia di Bergamo (2.782 ab., CAP 24040, TEL. 035). 
Madonìe Gruppo montuoso della Sicilia settentrionale, tra il fiume Pollina e il fiume Torto. La vetta più alta è il Pizzo Carbonara (1979 m). È la parte più occidentale dell'Appennino siculo. Il rilievo è formato da montagne (fenomini carsici) ricoperte da boschi di querce e faggi e da colline aride e brulle, separate fra loro da vaste depressioni. Un tempo questa zona era occupata da estesi latifondi coltivati a grano; anche dopo la riforma agraria il paesaggio è cambiato di poco perché la siccità non favorisce altre coltivazioni. Solo nelle vicinanze della costa, dove si aprono le pianure (la più celebre è la Conca d'Oro), compaiono opere di irrigazione, oliveti, orti, vigneti, campi coltivati ad agrumi. Alle pendici dei rilievi sgorgano numerose sorgenti tra le quali la più importante è la sorgente di Scillato. 
Madonna (Bay City, Detroit 1958-) Cantante e attrice italoamericana. Dopo aver studiato pianoforte e danza, si trasferì a New York, dove frequentò l'Alvin Ailey America Dance Theatre e iniziò la sua carriera come ballerina, corista e fotomodella, prima di raggiungere il successo come cantante di disco music con l'album Madonna (1983), contenente brani come Holiday, Physical attraction, Burning up, Borderline e Lucky star. I successivi dischi, spesso accompagnati da video clip apertamente provocatori (Like a virgin e Like a prayer, che venne denunciato per vilipendio della religione) la confermarono come star internazionale, con numerosi primi posti in classifica (Like a virgin, Material girl, Crazy for you, Open your heart). Nel frattempo rivolse la propria attenzione anche al cinema, con una serie consistente di interpretazioni, non sempre riuscite, che la confermano comunque come diva dello star system americano di fine secolo. Tra i suoi film Cercasi Susan disperatamente (1985), Shangai surprise (1986), Who's that girl (1987), A letto con Madonna (1990), Dick Tracy (1990), Ombre e nebbia (1991), Body of evidence (1992), Occhi di serpente (1993), ed Evita (1996). 
madònna, sf. 1 Titolo d'onore a donna di alta condizione o di straordinaria grazia e dolcezza. 2 Maria, madre di Gesù (generalmente con iniziale maiuscola). si festeggiava la Madonna in paese. 3 Donna di rara bellezza e grazia. aveva conosciuto una vera madonna
Madonna dei filosofi, La Romanzo di C. E. Gadda (1931). 
Madònna dél Sàsso Comune in provincia di Verbano-Cusio-Ossola (417 ab., CAP 28010, TEL. 0322). 
Madònna dell'Ólmo Centro del Piemonte, frazione del comune di Cuneo, che, durante la guerra di successione austriaca, fu teatro di un sanguinoso scontro tra le truppe austro-piemontesi di Carlo Emanuele III e i franco-spagnoli vinto da questi ultimi (30 settembre 1744). 
Madònna di Campìglio Centro del Trentino Alto Adige (1.524 m d'altezza), frazione di Pinzolo, in provincia di Trento, elegante stazione di villeggiatura. 
madonnàro, sm. Chi dipinge immagini della Madonna o di santi spesso sui selciati delle strade. 
madonnìna, sf. dim. e vezz. 1 Piccola immagine della Vergine. 2 Donna che sembra timida e modesta, ma in realtà non lo è. 
madóre, sm. Umidità del corpo, inizio di sudorazione. 
madornàle, agg. Molto grande, spropositato. ~ macroscopico. <> insignificante. 
madornalità, sf. Enormità. 
Madras Città (3.300.000 ab) indiana, capitale dello stato federale Tamil Nadu e porto commerciale nel golfo del Bengala, a partire dal quale esporta cotone, arachidi, pelli, cuoio, tabacco e magnesio. Principale centro commerciale dell'India meridionale è sede di industrie tessili (cotone, seta), alimentari (zucchero, olio), conciarie, metallurgiche, meccaniche, chimiche e della gomma. È anche nodo ferroviario con linee dirette per Bombay, Calcutta e Colombo; sede di un aeroporto, dell'università di Madras, di numerosi istituti di ricerca, di un osservatorio meteorologico e del museo cittadino che contiene rilievi buddhisti. Di interesse la chiesa anglicana di Santa Maria (XVII sec.) e la cattedrale cattolica di San Thomé che racchiude, secondo la tradizione, la tomba dell'apostolo San Tommaso. Fondata nel XVII sec., fu scalo della Compagnia delle Indie. Più volte occupata dai francesi e riconquistata dagli inglesi, dal 1767 al 1769 venne occupata dal ragià di Mysore. Successivamente rimase possedimento britannico fino all'indipendenza dell'India. 
madràs, sm. invar. Tessuto di cotone, leggero e trasparente, a righe o quadri di colori vivaci, di origine indiana, usato per abbigliamento o arredamento. 
madrasa, sf. Nei paesi islamici scuola superiore per l'insegnamento delle scienze teologico-giuridiche.