Home page
Mìcono Isola della Grecia, nel mar Egeo. Fa parte del gruppo delle Cicladi. Micono è una delle mete privilegiate dei turisti, che ne hanno fatto un ritrovo mondano internazionale. Le maggiori attrattive dell'isola sono le sue spiagge, le acque che la circondano e il fascino del suo capoluogo. L'isola ha un'estensione di 86 km2 e conta circa 5.000 abitanti. Ha un territorio brullo e poco variato, dove la scarsità d'acqua non ha favorito l'agricoltura. In passato la principale attività dell'isola era costituita dai traffici marittimi favoriti dal flusso dei pellegrini diretti alla vicina Delo. Attualmente il turismo ha preso il sopravvento e ha visto un costante aumento d'attrezzature, correndo il rischio di snaturare l'atmosfera del luogo. 
Micono (Mikonos) è il capoluogo odierno dell'isola; è adagiata su una baia della costa occidentale e si presenta come tipico villaggio delle Cicladi, con case squadrate imbiancate a calce, vicoli tortuosi, antiche chiesette, la caratteristica fila di mulini a vento. Il centro storico purtroppo è stato invaso da caffè, discoteche, alberghi, negozi e sta perdendo il suo carattere. È sede di un museo archeologico dove sono conservati parte dei reperti rinvenuti a Delo. Il suo porto e l'aeroporto (3 km a sud) ne fanno il centro dei trasporti da e per l'isola. 
Secondo la mitologia greca Micono è la roccia usata da Poseidone per colpire e sconfiggere i Giganti. Storicamente godette di prosperità riflessa, grazie alla sua vicinanza con l'isola sacra di Delo, centro di traffici e di intenso flusso di pellegrini. Le sue vicende sono strettamente legate a quelle dell'isola di Tino, ma subì una lunga dominazione turca, durata tre secoli. 
micoplàsma, sm. Microrganismo che appartiene a un gruppo intermedio tra Batteri e virus. 
micoplasmòsi, sf. Generiche malattie causate da micoplasmi. 
micorrìza, o micorrìzia, sf. Simbiosi tra le radici di una pianta e il micelio di un fungo. 
micòsi, sf. invar. Malattia causata da funghi parassiti. 
micòtico, agg. (pl. m.-ci) Che concerne la micosi. 
micòtrofo, agg. Relativo ad alcune piante micorriziche che vivono in simbiosi con un fungo. 
micràgna, sf. 1 Miseria, povertà. 2 Avarizia. 
micragnóso, agg. 1 Che soffre di mancanza di denaro. 2 Avaro. ~ pidocchioso. <> generoso. 
micro- 1 In metrologia prefisso di simbolo m che indica la milionesima parte dell'unità considerata. 2 Primo elemento di parole composte. 
microampere, sm. invar. Unità di misura elettrica dell'intensità di corrente corrispondente a 1 milionesimo di ampere. 
microanàlisi, sf. invar. In chimica, analisi effettuate su piccole quantità di sostanze. 
microangiopatìa, sf. Malattia che colpisce i piccoli vasi arteriosi e venosi. 
micròbico, agg. (pl. m.-ci) Relativo a microbo. 
microbilància, sf. Bilancia di precisione con sensibilità fino a 0,0001 mg. 
micròbio, sm. Forma corretta di microbo. 
microbiologìa, sf. Ramo della biologia che studia i microrganismi. 
microbiològico, agg. (pl. m.-ci) Relativo alla microbiologia. 
microbiòlogo, sm. e sf. (pl. m.-gi) Studioso di microbiologia. 
mìcrobo, sm. (o microbio) Microrganismo unicellulare capace di produrre malattie e fermentazioni. ~ bacillo. 2 Persona insignificante.