Home page
Mollet, Guy (Flers 1905-Parigi 1975) Politico francese. Dal 1946 al 1968 fu segretario del Partito socialista e nel 1956-1957 anche presidente del consiglio. Pianificò l'attacco anglo-francese all'Egitto nella crisi di Suez. 
mollétta, sf. 1 Arnese di ridotte dimensioni dotato di molla per fermare i panni stesi ad asciugare o per appuntare i capelli. 2 Arnese usato per prendere i cubetti di ghiaccio o le zollette di zucchero. 
mollettièra, sf. Fascia di panno che i militari avvolgevano intorno alle gambe. 
mollettóne, sm. Telo o coperta di panno felpato. 
mollézza, sf. L'essere molle. 
Mòllia Comune in provincia di Vercelli (113 ab., CAP 13023, TEL. 0163). 
mollìca, sf. La parte molle del pane. 
mollìccio, agg. e sm. agg. Molle e umidiccio. 
sm. Luogo molle e umido. 
mollificàre, v. v. tr. 1 Rendere molle. 2 Rendere meno aspro. ~ addolcire. 
v. rifl. Diventare molle. 
mòllo, agg. Molle, bagnato. 
Molloy Romanzo di S. Beckett (1951). 
Mollùschi Tipo di animali invertebrati con il corpo molle e protetto da una conchiglia. Il corpo è composto da un piede e da una massa viscerale, il tutto rivestito dal mantello che normalmente produce una conchiglia calcarea. Questa può essere a due valve, a forma di cono e a spirale. La bocca contiene una massa muscolare, ricoperta di piccoli denti, la radula. L'apparato circolatorio comprende il cuore e un sistema di arterie e vene. La maggior parte dei Molluschi vive in acqua marina o dolce e ha respirazione branchiale, ma esistono anche Molluschi terrestri con respirazione polmonare. I Molluschi hanno sessi separati (tranne molti Gasteropodi e alcuni Bivalvi) e depongono le uova in terreni umidi e nell'acqua. Alcuni tipi di Molluschi sono utilizzati nell'alimentazione (ostriche, mitili); altri forniscono materie pregiate come porpora, madreperla e perle (murici, molti bivalvi, pteria); altri ancora sono ospiti di parassiti. Si suddividono in sette classi: Monoplacofori, Placofori, Solenogastri, Gasteropodi, Scafopodi, Bivalvi e Cefalopodi. 
molluschicoltùra, sf. Allevamento di molluschi marini bivalvi che sfrutta la tendenza delle larve neonate a fissarsi su corpi estranei. Viene effettuato in lagune, laghi costieri o specchi di mare. 
mollùsco, sm. (pl.-chi) Individuo appartenente a un tipo di Invertebrati, con corpo molle, quasi sempre protetto da una conchiglia. 
Moln´r, Ferenc (Budapest 1878-New York 1952) Romanziere ungherese. Tra le opere I ragazzi della via Paal (1907) e Liliom (commedia, 1909). 
mòlo, sm. Opera in muratura che protende in mare nei porti, per agevolare l'approdo delle navi. 
mòloc, sm. invar. Feroce divinità semitica, alla quale venivano offerti sacrifici umani. 
moloch, sm. invar. Genere di Rettili lacertili appartenente alla famiglia degli Agamidi a cui appartiene il diavolo spinoso. 
Molòchio Comune in provincia di Reggio Calabria (3.078 ab., CAP 89010, TEL. 0966). 
Molopo Fiume (1.000 km) dell'Africa meridionale. Nasce nel Witwatersrand e confluisce nel fiume Orange.