Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Discussione, tra il serio e il faceto, su bitcoin e blockchain

Moselle Dipartimento (1.011.000 ab.) della Francia, nella Lorena, al confine con la Germania e il Lussemburgo. Capoluogo Metz. Il territorio è attraversato dai fiumi Mosella e Saar. L'economia della regione si basa sull'agricoltura (frutta, cereali, patate, tabacco e foraggi). Molto apprezzati sono i vini ricavati dai vigneti della valle della Mosella. Sviluppato anche l'allevamento di bovini. Le principali industrie sono quelle siderurgiche, meccaniche, chimiche, della concia, conserviere e del legno. Nel dipartimento si trovano giacimenti di carbone e ferro. Città importanti, oltre al capoluogo, sono: Sarrembourg, Forbach e Sarrenguemines. 
Mosèr, Francésco (Palù di Giovo, Trento 1951-) Ciclista. Fu campione mondiale dei professionisti dell'inseguimento nel 1976 e l'anno dopo su strada. Nel 1984 vinse il Giro d'Italia e dal 1984 al 1993 fu primatista dell'ora. 
Moser, Koloman (Vienna 1868-1918) detto Kolo. Pittore austriaco. Tra le opere Venere nella grotta (ca. 1913, Linz, Neue Galerie). 
Moses, Edwin (Dapton 1955-) Atleta statunitense. Nel 1976 e nel 1980 fu primatista mondiale sui 400 m ostacoli. 
moshav, sm. invar. Termine arabo indicante un insediamento agricolo di piccoli proprietari. 
Moshi Città (53.000 ab.) della Tanzania, capoluogo della regione del Kilimangiaro. 
Mòso in Passìria (in ted. Moos in Passeier) Comune in provincia di Bolzano (2.171 ab., CAP 39013, TEL. 0473). 
mosquito, sm. invar. 1 Nome depositato di un micromotore e denominazione del ciclomotore che lo monta. 2 In medicina, nome di piccole pinze chirurgiche molto sottili. 3 Denominazione indigena delle zanzare. 
Moss, Stirling (Londra 1929-) Pilota inglese. Nel 1955 vinse la 1000 miglia e la Targa Florio e nella sua carriera si aggiudicò sedici gran premi di Formula 1. 
mòssa, sf. 1 L'azione del muovere. ~ movimento. aveva delle mosse graziose. 2 Atteggiamento, movenza. ~ comportamento. 3 Movimento, spostamento. con quella mossa della regina, fece scacco matto. 4 Manovra. quella mossa infelice gli costÚ cara
Mòssa Comune in provincia di Gorizia (1.554 ab., CAP 34070, TEL. 0481). 
Mossadeq (Teheran 1881-1967) Muhammad Hidayat, politico iraniano. Nel 1951 divenne primo ministro e nazionalizzò l'industria petrolifera. Due anni dopo venne rovesciato da un colpo di stato militare promosso dallo scià Muhammad Reza Pahlavi. 
Mossàno Comune in provincia di Vicenza (1.510 ab., CAP 36020, TEL. 0444). 
Mössbauer, Rudolph Ludwig (Monaco 1929-) Fisico tedesco. Compì importanti studi sulla risonanza dei nuclei atomici, scoprendo l'omonimo effetto. Nel 1961, con R. Hofstader, fu insignito del premio Nobel. 
mossière, sm. Chi dà il via o l'avvio ai corridori in una gara di corse. 
mòsso, agg. 1 Vivo, agitato. 2 Di tempo musicale, animato. 
Mòsso Sànta Marìa Comune in provincia di Biella (1.748 ab., CAP 13054, TEL. 015). Centro industriale (prodotti tessili). 
Mossoró Città (123.000 ab.) del Brasile, nello stato di Rio Grande do Norte. 
mossul, sm. invar. Tappeto originario della città di Mosul, nell'Iraq settentrionale, che ha ordito e trama in lana o cotone e che è caratterizzato da fili lunghi e morbidi dai colori caldi e lucenti. 
mostàccio, sm. Faccia, viso, detto in senso spregiativo. 
<< indice >>