Home page
Nardìni, Brùno (Scarperia, Firenze 1921-1990) Poeta italiano. Nelle sue opere, di ispirazione religiosa, partì da esperienze autobiografiche per poi proiettarsi nell'espressione di concetti universali. Si ricordano Variazione nel sangue (1950), Via San Leonardo (1959), Ballata (1967) e Il dono degli dei (1971). 
nàrdo, sm. Nome di varie piante profumate, tra cui la lavanda. 
Nardò Comune (30.500 ab., CAP 73048, TEL. 0833) in provincia di Lecce. Le principali risorse sono l'agricoltura (prodotti ortofrutticoli, tabacco, olive, vite) e l'artigianato (ferro battuto). Fu città romana e quindi bizantina e divenne poi ducato nel XVI sec. Di interesse il duomo (XIII sec.) 
Nàrdo di Cióne (Morto a Firenze 1366) Pittore. Tra le opere Giudizio, Inferno e Paradiso (1350-1355, Firenze, Santa Maria Novella, Cappella Strozzi). 
Nardodipàce Comune in provincia di Vibo Valentia (1.610 ab., CAP 88020, TEL. 0963). 
Narenta Fiume (218 km) della Bosnia Erzegovina. Nasce dalle Alpi Dinariche e sfocia nel mar Adriatico. 
Narew Fiume (476 km) dell'Europa orientale. Nasce in Bielorussia e confluisce nel fiume Bug in Polonia. 
narghilè, sm. Pipa orientale nella quale il fumo aspirato passa prima all'interno di un recipiente con acqua profumata. 
nàri, sf. pl. Narici. 
narìce, sf. Ciascuna delle due aperture del naso attraverso le quali l'aria penetra nelle vie respiratorie. 
Nariņo Dipartimento (1.178.000 ab.) della Colombia, capoluogo San Juan de Pasto. 
Nàrni Comune in provincia di Terni (20.439 ab., CAP 05035, TEL. 0744). Centro agricolo (coltivazione di viti, olivi e cereali) e industriale (prodotti della gomma, metalmeccanici, elettrochimici e cartari) e presenza di impianti per la produzione di energia idroelettrica. Vi si trovano la chiesa di San Domenico, del XII sec., il duomo, costruito tra l'XI e il XII sec., la rocca del Gattamelata, del XIV sec., il palazzo del Podestà, edificato tra il XIII e il XVI sec., e la loggia dei Priori, del XIV sec. Gli abitanti sono detti Narnesi
Nàro Comune in provincia di Agrigento (10.071 ab., CAP 92028, TEL. 0922). Centro agricolo (coltivazione di mandorle, olive e cereali) e industriale (prodotti dell'abbigliamento, chimici, alimentari e del legno). Vi si trovano la chiesa di Santa Caterina, del XIV sec., il castello dei Chiaromonte, costruito tra il XIII e il XIV sec., e resti di mura risalenti al XIII sec. Gli abitanti sono detti Naresi
Nàro Comune in provincia di Agrigento (10.071 ab., CAP 92028, TEL. 0922). Centro agricolo (coltivazione di mandorle, olive e cereali) e industriale (prodotti dell'abbigliamento, chimici, alimentari e del legno). Vi si trovano la chiesa di Santa Caterina, del XIV sec., il castello dei Chiaromonte, costruito tra il XIII e il XIV sec., e resti di mura risalenti al XIII sec. Gli abitanti sono detti Naresi
narodnicestvo, sm. invar. Termine russo che indica un movimento intellettuale e politico russo. ~ populismo. 
narràbile, agg. Che si può narrare. 
narràre, v. tr. Raccontare come avvenne un fatto. ~ relazionare, riferire. 
Narrate, uomini, la vostra storia Prosa di A. Savinio (1943). 
narratìva, sf. 1 L'insieme delle opere letterarie di carattere narrativo. 2 Parte di un atto processuale. 
narrativaménte, avv. In forma narrativa.