Home page
nobiltà, sf. 1 L'essere nobile. 2 Il ceto dei nobili. ~ aristocrazia, patriziato. <> plebe, popolo. 
nobilùme, sm. spreg. Ceto dei nobili. 
nobiluòmo, sm. Uomo di nobile discendenza. ~ aristocratico. <> plebeo. 
nobiluòmo, sm. Uomo di nobile discendenza. ~ aristocratico. <> plebeo. 
Nocàra Comune in provincia di Cosenza (674 ab., CAP 87070, TEL. 0981). 
nòcca, sf. Ciascuna delle giunture delle dita delle mani e dei piedi. 
nocchière, sm. (o nocchièro) 1 Chi guida o governa una nave. 2 Nella Marina Militare, il nostromo di bordo. ~ timoniere. 
nocchierùto, agg. Cosparso di nocchi. 
nòcchio, sm. 1 Nodo nel tronco di un albero. 2 Parti dure nei frutti. 
nocchiùto, agg. Pieno di nocchi. 
Nocciàno Comune in provincia di Pescara (1.565 ab., CAP 65010, TEL. 085). 
nocciòla, agg., sm. e sf. agg. Che ha colore marrone chiaro. 
sm. e sf. Il frutto del nocciolo. 
nocciolàto, sm. Cioccolato con nocciole. 
noccioléto, sm. Terreno coltivato a noccioli. 
nocciolìna, sf. Arachide. 
nocciòlo (1), sm. 1 Angiosperma (Corylus avellana) della famiglia delle Betulacee e dell'ordine delle Fagali. Albero con frutti legnosi e semi commestibili. Cresce spontaneamente nei boschi di montagna. Originario dell'Asia Minore, era già conosciuto nell'antica Roma. Le sue foglie sono caduche, seghettate e ovate; i fiori femminili sono riuniti in gruppi di due o quattro, i fiori maschili in amenti; il frutto è una noce avvolta da una cupola allungata. In Italia il nocciolo è coltivato in molte regioni del meridione (nelle provincie di Napoli, Avellino, Messina, Viterbo) ma si trovano coltivazioni di noccioli anche in Piemonte (Alba, Cuneo). Le varietà coltivate, a frutto tondo o a frutto allungato sono varie: tra le più pregiate la tonda gentile, la nocella bianca e nocella rossa. Altri tipi di nocciolo sono: il nocciolo di Costantinopoli (alto fino a 20 m) e il nocciolo di Dalmazia, quest'ultimo coltivato prevalentemente per ornamento. ~ avellano. 2 Il legno dell'albero di nocciolo. 
nòcciolo (2), sm. 1 Parte interna legnosa dei frutti carnosi (pesche, ciliegie, susine, albicocche ecc.), corrispondente all'endocarpio. Contiene uno o più semi. 2 La parte del reattore nucleare che contiene il combustibile. In essa avviene la reazione a catena. 
noccolùto, agg. Che ha grosse nocche. 
nóce, sm. e sf. sm. 1 Albero coltivato per i frutti e per il legno. 
sf. 1 Il frutto del noce. 2 Altro nome del malleolo del piede. 
Nóce Fiume del Trentino Alto Adige (80 Km). Sorge alle falde del Corno dei Tre Signori, sul massiccio dell'Ortles (2.670 m). È affluente di destra dell'Adige.