Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

órlo, sm. 1 Estremità di qualcosa. ~ margine. 2 Zona posta al margine di una superficie. ~ ciglio. 3 Cucitura dell'estremo lembo di una stoffa. ~ bordura. 
òrlon, sm. invar. Resina sintetica usata soprattutto nella fabbricazione di filati. 
orlov, sm. Cavallo da trotto dal mantello morello e grigio, originario della Russia. 
Orlov, Grigorij Grigorevic (Novgorod 1734-Mosca 1783) Politico russo. Nel 1782 organizzò il colpo di stato che portò al regno di Caterina II di cui fu il favorito. 
Orly Città della Francia (22.000 ab.) nel dipartimento della Marna a nord-est dell'omonimo aeroporto (ora adibito a uso prettamente commerciale) che serviva Parigi prima del Charles de Gaulle. 
órma, sf. 1 Traccia di piede o zampa lasciata sul terreno. ~ impronta. seguire le orme di una persona, seguirne l'esempio. 2 Tracce, segni. ~ pesta. le orme dell'antica civiltÓ egiziana sono ancora evidenti in tutto l'Egitto
ormài, avv. 1 Già, adesso. ormai Ŕ tardi per recuperare. 2 A questo punto. ormai poteva lasciarlo andare, era tutto terminato. 3 Con significato futuro, momento imminente. non puoi lasciare adesso: ormai ce l'hai quasi fatta
ormàre, v. tr. Seguire un animale dalle orme che ha lasciato sul terrreno. ~ inseguire. 
Orme, Philibert de l' (Lione ca. 1510-Parigi 1570) Architetto francese. Tra le opere il castello di Anet (1545-1555) e il progetto per la tomba di Francesco I a Saint-Denis (1547). 
Ormèa Comune in provincia di Cuneo (2.284 ab., CAP 12078, TEL. 0174). 
Ormèa, Càrlo Francésco Vincènzo Ferréro di Ràsio (Mondovì 1680-Torino 1745) Politico piemontese. Condusse le trattative per il riconoscimento di Vittorio Amedeo II come re di Sardegna da parte della Santa Sede (1726). Fu ministro degli interni di Carlo Emanuele III (1730) e promosse la partecipazione del regno di Sardegna nella guerra di successione polacca e austriaca. 
ormeggiàre, v. tr. e rifl. v. tr. Ancorare con cavi e simili, un'imbarcazione. ~ attraccare. <> salpare. attendevano il permesso dalla capitaneria per ormeggiare nel porto
v. rifl. Fissarsi gli ormeggi. si ormeggiarono di fortuna in una piccola insenatura
ormeggiatóre, sm. Lavoratore marittimo che, nei porti, aiuta i marinai nelle manovre di ormeggio. 
orméggio, sm. L'ormeggiarsi e il modo. 
Ormèlle Comune in provincia di Treviso (3.619 ab., CAP 31010, TEL. 0422). 
Ormesson, Jean Lefèvre cónte d' (Parigi 1925-) Romanziere. Tra le opere Un amore per niente (1960) e La gloria dell'impero (1971). 
Ormogonàli Ordine di Alghe Cianoficee filamentose. 
ormogònio, sm. Parte della colonia filamentosa di un'alga cianoficea che origina un'altra colonia filamentosa. 
ormonàle, agg. Relativo agli ormoni. 
ormòne, sm. Sostanza sintetizzata nelle ghiandole endocrine o in particolari tessuti e liberata nel sangue in risposta a determinati stimoli. Gli ormoni sono in grado di esercitare azioni specifiche su singoli organi, detti organi bersaglio, generalmente lontani dal luogo in cui l'ormone è prodotto. L'organo bersaglio è raggiunto tramite la circolazione sanguigna e riconosciuto grazie a specifici ricettori. A carico degli ormoni è la regolazione di buona parte delle funzioni vegetative. Il fegato presiede alla regolazione della concentrazione di ormoni nel sangue, opponendosi alla produzione delle ghiandole endocrine. Il sistema endocrino preposto alla produzione di ormoni conta la tiroide, l'ipotalamo, l'ipofisi, il pancreas, le ghiandole surrenali, le ovaie, i testicoli, il timo e l'epifisi. 
<< indice >>