Home page
Pachelbel, Johann (Norimberga 1653-1706) Compositore tedesco. È autore, tra l'altro, di composizioni per organo e clavicembalo e di musica da camera tra cui il Canone e giga a 3 violini e continuo
Pacher, Michael (Brunico 1430/35-Salisburgo 1498) Pittore. Tra le opere Incoronazione della Vergine (ca. 1470, Monaco, Alte Pinakothek) e San Volfango in preghiera (ca. 1471-1481, Monaco, Alte Pinakothek). 
pachi- Primo elemento di parole composte. 
pachidèrma, sm. (pl.-i) 1 Denominazione generica dei Mammiferi dalla pelle dura e spessa. l'elefante Ŕ un grosso pachiderma. 2 Persona molto grassa o insensibile. 
pachidèrma, sm. (pl.-i) 1 Denominazione generica dei Mammiferi dalla pelle dura e spessa. l'elefante Ŕ un grosso pachiderma. 2 Persona molto grassa o insensibile. 
Pachìno Comune in provincia di Siracusa (21.394 ab., CAP 96018, TEL. 0931). Centro agricolo (coltivazione di ortaggi, uva e mandorle), enologico e industriale (prodotti alimentari, dell'edilizia e meccanici). Gli abitanti sono detti Pachinesi
Pachuca Città (174.000 ab.) del Messico, capitale dello stato di Hidalgo. 
Pàci, Ènzo (Monterado 1911-Milano 1976) Filosofo. Allievo a Milano di A. Banfi, insegnò presso le università di Pavia e di Milano. Si occupò prevalentemente di temi tipici dell'esistenzialismo, partendo dalle idee di E. Husserl. Nel 1951 fondò la rivista Aut-aut, della quale fu anche direttore. Tra le sue opere di analisi filosofica si citano Principi di una filosofia dell'essere (1939), Il nulla e il problema dell'uomo (1950), Esistenzialismo e storicismo (1950), Tempo e relazione (1954), Dall'esistenzialismo al relazionismo (1957), Funzione delle scienze e significato dell'uomo (1963) e Idee per un'enciclopedia fenomenologica (1973). 
Paciàno Comune in provincia di Perugia (923 ab., CAP 06060, TEL. 075). 
pacière, sm. Mediatore di pace. ~ conciliatore, pacificatore. 
pacificàre, v. tr. 1 Mettere pace tra contendenti. ~ conciliare. <> aizzare, istigare. 2 Mettere in pace, placare. ~ rabbonire. non riusciva a pacificarlo in quei momenti di acuto nervosismo. 3 Giungere in condizioni di pace. l'accordo fra le due fazioni pacific˛ il paese
pacificàrsi, v. rifl. 1 Riconciliarsi. 2 Trovare pace. la situazione non sembrava pacificarsi
pacificatóre, agg. e sm. Che, chi pacifica. 
pacificazióne, sf. Il pacificare. 
Pacìfiche, ìsole Gruppo di 2.127 isole (126.000 ab.) dell'oceano Pacifico, già sotto mandato giapponese, dal 1947 in amministrazione fiduciaria agli USA. 
pacìfico, agg. (pl. m.-ci) 1 Che ama la pace e la tranquillità. ~ mansueto, mite. <> bellicoso, litigioso. era una nazione pacifica. 2 Che si fa in pace. 3 Fuori discussione. ~ chiaro, indiscusso. affermazioni pacifiche, accettabili senza controversie. 4 Tranquillo. 
Pacìfico, ocèano Il maggiore degli oceani della Terra con un'estensione di 179.650.000 km2, pari alla metà circa della superficie complessiva degli oceani e a più di un terzo della superficie terrestre. Il nome gli è stato attribuito dal navigatore Magellano che così lo battezzò durante la sua circumnavigazione. La salinità è mediamente del 3,6 % e la temperatura è compresa tra 26-28 °C all'equatore, diminuendo fino ai-2° C verso i poli. È compreso fra i continenti Asia e Australia, Americhe e Antartide e comunica con il mar Glaciale Artico a nord attraverso lo stretto di Bering, a ovest e sud-ovest con l'oceano Indiano in varie zone, a est con l'oceano Atlantico (sotto l'estremità meridionale del Sudamerica). A ovest conta vari mari interni (di Bering, di Ohotsk, del Giappone, Giallo, Cinese orientale, Cinese meridionale, delle Filippine, di Sulu, dell'Indonesia, quest'ultimo ulteriormente suddiviso in mari minori). Le acque del Pacifico hanno una profondità media di poco più di 4.000 m. Il fondale del Pacifico è sede di imponenti dorsali e presenta profonde fosse, la più profonda delle quali è la fossa delle Marianne, che raggiunge gli 11.020 m. Il sistema delle dorsali è complesso e strutturato in dorsali principali e secondarie o trasversali. Esse emergono dalle acque a formare numerosi arcipelaghi (Aleutine, Curili, Giappone, Filippine, Indonesia, Melanesia ecc.), caratterizzati da un'intensa attività vulcanica. La circolazione delle acque superficiali è organizzata in due circuiti: quello settentrionale, in senso orario, detto corrente del Giappone o della California, e quello meridionale, in senso antiorario, detto corrente di Humboldt o del Per˙. I porti principali sono in Asia Yokohama, Osaka, Shanghai, Foochow, Hong Kong, Canton, Manila, Singapore, Jakarta, in Oceania Sydney, Melbourne, Wellington, in America Vancouver, Los Angeles, San Francisco, Panam´ (presso l'omonimo canale, che collega l'oceano Pacifico a quello Atlantico). 
Questione del Pacifico 
Contrasto fra USA e Giappone, nel periodo compreso fra la prima e la seconda guerra mondiale, per il controllo dell'economia e della politica dell'Asia orientale; questa contrapposizione precipitò infine con lo scoppio del conflitto mondiale, quando il Giappone attaccò militarmente gli Stati Uniti nel 1941. La conclusione della guerra, con la sconfitta giapponese, portò a un cambiamento sostanziale dei rapporti di forza nell'area. 
pacifìsmo, sm. 1 Atteggiamento di rifiuto della guerra. 2 Dottrina e movimento che si impegna per l'abolizione della guerra. 
pacifìsta, agg. e sm. (pl.-i) agg. Che concerne la pace. 
sm. Fautore della pace, nemico delle guerre. 
Pacìni, Filìppo (Pistoia 1812-Firenze 1883) Medico, istologo e anatomista. Scoprì gli omonimi corpuscoli sensoriali cutanei studiando le terminazioni nervose (1835). Insegnò all'università di Firenze ove tenne, per primo in Italia, un corso di istologia.