Home page
Paga del soldato, La Romanzo di W. Faulkner (1926). 
pagàbile, agg. Che si può o si deve pagare. 
Pagadian Città (81.000 ab.) delle Filippine, capoluogo della provincia di Zamboanga del Sur, sull'isola di Mindanao. 
pagàia, sf. Remo usato senza scalmo per piroghe e imbarcazioni simili. 
pagaiàre, v. intr. Vogare con la pagaia. 
pagaménto, sm. Il pagare e il denaro che si paga. ~ erogazione, esborso. 
paganeggiàre, v. intr. 1 Avere caratteristiche pagane nelle opere o nell'atteggiamento. 2 Paganizzare. 
Paganèlla Monte (2.125 m) del Trentino, il più elevato della catena che separa la valle dell'Adige da quella di Non. 
paganésimo, sm. 1 Religione non cristiana. 2 Insieme delle religioni e dei costumi del mondo antico. 
Pagàni Comune in provincia di Salerno (33.138 ab., CAP 84016, TEL. 081). Centro agricolo (coltivazioni ortofrutticole) e industriale (prodotti del legno, cartari, alimentari e tessili). Gli abitanti sono detti Paganesi
Pagànico Sabìno Comune in provincia di Rieti (196 ab., CAP 02020, TEL. 0765). 
Paganìni, Niccolò (Genova 1782-Nizza 1840) Violinista e compositore. Artista di vocazione precoce, iniziò a dare regolari concerti a soli quindici anni. Virtuoso impareggiabile, considerato il più grande violinista della sua epoca, tenne concerti nelle principali città italiane. Nel 1828 fece una lunga tournée a Vienna, Praga, Varsavia e Berlino; nel 1831 fu a Parigi e poi a Londra. Paganini esplorò tutte le possibilità espressive del violino, arrivando a esecuzioni al limite con glissati, pizzicati, salti di corde e arpeggi che dimostravano un'estrema padronanza dello strumento. Oltre che esecutore, fu anche creatore geniale. Tra le sue composizioni si ricordano i famosissimi 24 Capricci (1817), per violino solo, 6 Concerti, le sonate Napoléon, Maria Luisa e Sentimentale, variazioni su temi di Rossini, variazioni su tema di Weigl, variazioni su Nel cor più non mi sento di G. Paisiello, variazioni diverse (Il carnevale di Venezia, Sonata Varsavia, Moto perpetuo, Le streghe), Sonata militare, Sonate per violino e chitarra, 24 Quartetti per violino, viola, chitarra e violoncello. 
pagàno, agg. e sm. agg. 1 Che è proprio dei pagani. quei costumi pagani dovevano essere distrutti e sostituiti dalla nuova fede. 2 Indifferente ai valori morali. concezione pagana della vita
sm. Seguace del paganesimo. ~ ateo, barbaro. 
Pagàno Pogatschnig, Giusèppe (Parenzo 1896-Mauthausen 1945) Architetto, scrittore e urbanista, sostenitore del funzionalismo e del razionalismo, in contrapposizione alla dominante architettura monumentale fascista; i suoi progetti comprendono l'Istituto di fisica dell'università di Roma (1932-1935), il padiglione per la quarta Triennale di Milano (1933), l'università Bocconi di Milano (con G. Predaval, 1938-1941). 
Pagàno, Francésco Màrio (Brienza 1748-Napoli 1799) Patriota e politico, dopo la costituzione della Repubblica partenopea (1799) partecipò alla stesura della costituzione repubblicana. Dopo la caduta della repubblica fu catturato dai Borbone e impiccato. 
pagànte, agg., sm. e sf. Che, chi paga. 
pagàre, v. tr. 1 Corrispondere una somma di denaro come corrispettivo del prezzo di una merce, di una prestazione e simile. ~ compensare. <> riscuotere. 2 Ricompensare. ~ remunerare, erogare. <> incamerare, incassare. la sua disponibilità è stata pagata dall'ingratitudine umana. 3 Espiare. stava pagando le proprie colpe giovanili
pagatóre, agg. e sm. (f.-trìce) Che, chi paga. 
Pagazzàno Comune in provincia di Bergamo (1.654 ab., CAP 24040, TEL. 0363). 
page fault Letteralmente significa mancanza di pagina. In informatica designa una situazione nella quale in memoria centrale non è presente un indirizzo cercato dal processore.