Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Generatore di password casuali

 

Pinàsca Comune in provincia di Torino (2.836 ab., CAP 10060, TEL. 0121). 
pinàstro, sm. Pino marittimo. 
pinax, sm. pl. In archeologia, tavoletta dipinta o rilievo in terracotta che veniva attaccato con funzioni votive nei confronti della divinità. 
Pìncàra Comune in provincia di Rovigo (1.357 ab., CAP 45020, TEL. 0425). 
pince, sf. invar. Piccola piega ottenuta ripiegando all'interno il tessuto e cucendolo. 
pince-nez, sm. invar. Occhiali privi di stanghetta, fermati sul naso da una molla. ~ stringinaso. 
Pìncherle, Adriàna (Roma 1906-) Pittrice italiana, sorella di A. Moravia. Si è formata nella scuola romana. Tra le opere, Nudo con scialle (1932), Pineta di Viareggio e L'ombrellino rosa (1934-1935). 
Pìncherle, Albèrto (Milano 1894-Roma 1979) Storico. Esule dal 1938 al 1946, fu docente di storia del cristianesimo all'università di Roma dal 1948 al 1964. Tra le opere Sant'Agostino di Ippona (1930) e Il cristianesimo dalle origini a Gregorio Magno (1958). 
Pìncherle, Salvatóre (Trieste 1853-Bologna 1936) Matematico. Diede importanti contributi all'analisi complessa e all'analisi funzionale. Fu il fondatore (1922) e il primo presidente dell'Unione matematica italiana. 
Pìncio Parco pubblico di Roma. Venne disegnato nel 1809-1814 da Giuseppe Valadier. 
pìnco, sm. 1 Stupido. ~ scemo. 2 Denominazione volgare del membro virile. ~ cazzo. 
Pìnco Pallìno Persona qualunque, senza virtù o meriti particolari. 
pindàrico, agg. (pl. m.-ci) 1 Relativo al poeta greco Pindaro. 2 Dicesi di passaggio ardito da un argomento all'altro. 
pindarìsmo, sm. Imitazione dello stile di Pindaro. 
Pìndaro (Cinoscefale 518-Argo 438) Poeta greco che viene considerato il massimo interprete della lirica corale. Della sua opera sono rimasti quarantaquattro epinici, composizioni in onore di una vittoria agonistica, suddivisi a seconda della zona e della data in cui si erano verificati gli avvenimenti celebrati (quattordici odi Olimpiche, dodici Pitiche, undici Nemee, sette Istmiche). Caratteristica del poeta era la capacità di passare improvvisamente dalla sfera dell'attualità, ossia la celebrazione dell'avvenimento in questione, alla sfera del mito, con mutamenti stilistici repentini (i cosiddetti voli pindarici). 
Pindemónte, Ippòlito (Verona 1753-1828) Poeta e letterato. Fu uno degli esponenti del passaggio dalla tradizione neoclassica alle innovazioni romantiche. Molto noto per una sua traduzione dell'Odissea, compose altre opere di poesia (La fata morgana, 1782; Versi di Polidete Melpomenio, 1784; Poesie campestri, 1788) e prosa (Prose campestri, 1784-1788). 
Pindo Catena montuosa della penisola Balcanica occidentale. Vetta più elevata il monte Smólikas (2.637 m). 
pineàle, agg. Di ghiandola a secrezione interna. ~ epifisi. 
Pinel, Philippe (Saint-Paul 1745-Parigi 1826) Psichiatra francese. Tra i pionieri della moderna psichiatria, riformò il trattamento ospedaliero dei malati di mente. 
pinèlla, sf. Nel gioco della canasta, il due di ogni seme con valore di matta. 
<< indice >>