Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

  

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

 

positìva, sf. Immagine fotografica nella quale le luci e le ombre riproducono quelle reali. 
positivìsmo, sm. Indirizzo filosofico europeo sorto nella seconda metà dell'Ottocento per opera di A. Comte; contrapposto a metafisica e idealismo, si proponeva di ampliare la metodologia dell'approccio scientifico a tutte le branche del sapere umano. In questo senso, anche elementi come la morale, la religione, l'organizzazione sociale, dovevano essere considerati come fatti naturali; dunque, anche lo sviluppo storico poteva essere studiato scientificamente. Altri esponenti del positivismo furono Vogt e Moleschott in Germania, Spencer e Stuart Mill in Inghilterra, Ardigò in Italia. 
positivìsta, sm. e sf. (pl.-i) 1 Chi è sostenitore del positivismo. 2 Persona che tiene conto prevalentemente dei fatti concreti. 
positivìstico, agg. (pl. m.-ci) Proprio del positivismo. 
positività, sf. L'essere positivo. 
positìvo, agg. e sm. agg. 1 Che si basa su fatti concreti, sull'esperienza. ~ accertato, assodato. <> dubbio, incerto. scienze positive, basato sull'indagine sperimentale. 2 Favorevole, apprezzabile. ~ buono. <> cattivo. giudizio positivo. 3 Che conferma. ~ certo. <> dubbio. 4 Numero reale maggiore di zero. 5 Immagine fotografica positiva. 
sm. Ciò che è certo, concreto. ~ reale. 
positróne, o positóne, sm. Antiparticella dell'elettrone, con massa e spin uguali, ma carica opposta. Prevista da Dirac, fu scoperta da Anderson nel 1932 e osservata sperimentalmente l'anno successivo da Occhialini e Blackett durante ricerche sui raggi cosmici. Si ottiene dal decadimento b di sostanze radioattive. 
positrònio, sm. Sistema fisico quasi stabile formato da un elettrone e da un positrone, legati tra di loro dalla forza coulombiana. 
positùra, sf. 1 Il modo in cui una cosa è posta. 2 Atteggiamento, posa. 
posizionàle, agg. Di posizione. 
posizióne, sf. 1 Il modo in cui una cosa o una persona è posta. ~ collocazione, dislocazione. 2 Situazione. 3 Opinione, convinzione. 4 Stato, condizione. 
pòsola, sf. Striscia di cuoio da cui pendono le staffe. 
posolìno, sm. Staffa di cuoio, sottocoda nel finimento del cavallo. 
posologìa, sf. Dose dei farmaci da somministrare. 
pospórre, v. tr. 1 Mettere una cosa dopo l'altra. 2 Posticipare, differire. ~ dilungare. <> affrettare, anticipare. 
pospositìvo, agg. 1 Che si mette dopo. 2 Che tende a posporre. 
posposizióne, sf. Il posporre. 
pospósto, agg. 1 Messo dopo. 2 Trascurato. 
pòssa, sf. Forza, potenza. 
Possàgno Comune in provincia di Treviso (1.828 ab., CAP 31054, TEL. 0423). 
<< indice >>