Home page
pralìna, sf. Confetto costituito da una mandorla tostata e passata nello zucchero. 
Pralórno Comune in provincia di Torino (1.616 ab., CAP 10040, TEL. 011). 
Pralùngo Comune in provincia di Biella (2.730 ab., CAP 13050, TEL. 015). 
Pramaggióre Comune in provincia di Venezia (3.467 ab., CAP 30020, TEL. 0421). 
prammàtica, sf. Usanza, regola stabilita dalle consuetudini. ~ abitudine, consuetudine. 
prammàtica sanzióne, loc. sost. f. (pl. prammàtiche sanzióni) Nel diritto romano del basso impero, forma di costituzione imperiale che non prevedeva particolari modi di pubblicazione. 
prammàtico, agg. (pl. m.-ci) Di provvedimento, che regola in modo definitivo l'applicazione concreta di una norma giuridica. 
Pramòllo Comune in provincia di Torino (285 ab., CAP 10065, TEL. 0121). 
Prampolìni, Camìllo (Reggio Emilia 1859-Milano 1930) Politico. Di ideologia socialista, nel 1892 fu tra i fondatori del Partito. 
Prampolìni, Enrìco (Modena 1894-Roma 1956) Pittore. Protagonista di tutti i movimenti di avanguardia italiani. Attivo dal 1912 in ambito futurista, al seguito di G. Balla e V. Boccioni, verso il 1922 partecipò al movimento De Stijl. Dal 1928 si volse al surrealismo ed ebbe un ruolo preminente nel secondo futurismo italiano; si interessò al postcubismo picassiano (1943-1947) e terminò la propria ricerca artistica nel 1952, approdando a esperienze astratto-costruttiviste. Tra le opere Dinamica cromatica di una ballerina (1914, Roma, Collezione A. Prampolini) e Marinaio nello spazio (1934-1935, Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna). 
prana, sm. invar. Termine sanscrito che le antiche religioni indiane utilizzavano per denominare la forza vitale dell'universo. 
Prandtauer, Jacob (Stanz 1660-Sankt Pölten 1726) Architetto austriaco. Tra le opere l'abbazia di Melk (1702-1714), l'abbazia di Kremsmünster (1713-1717) e il monastero di Sankt Florian (1705-1714). 
Prandtl, Ludwig (Freising 1875-Gottinga 1953) Fisico tedesco. Compì importanti studi sulla dinamica dei fluidi. 
pranoterapèuta, sm. e sf. Chi pratica la pranoterapia. 
pranoterapìa, sf. Terapia consistente nell'imposizione delle mani sulla parte ammalata di una persona da parte di un soggetto che si ritiene dotato di particolare energia radiante. 
pranoterapìsta, sm. e sf. Chi pratica la pranoterapia. 
pranzàre, v. intr. Fare il pranzo. 
prànzo, sm. 1 Il pasto principale della giornata. ~ colazione. saltare il pranzo, digiunare. 2 Banchetto lauto. ~ convito, convivio. pranzo di gala
Pranzo di Babette, Il Film commedia, danese (1987). Regia di Gabriel Axel. Interpreti: Stéphane Audran, Jarl Kulle, Bibi Andersson. Titolo originale: Babette gaestebud 
Pranzo di nozze Film commedia, americano (1956). Regia di Richard Brooks. Interpreti: Bette Davis, Ernest Borgnine, Debbie Reynolds. Titolo originale: The Catered Affair