Home page
prègio, sm. 1 Stima, considerazione. ~ qualità, dote. <> difetto, neo, pecca. 2 Qualità positiva. ~ pregevolezza. 
pregiudicàre, v. tr. Compromettere, danneggiare. ~ inficiare, invalidare. <> agevolare, avvantaggiare. 
pregiudicàto, agg. e sm. agg. Compromesso, danneggiato. 
sm. Chi è stato in prigione o è stato condannato. 
pregiudiziàle, agg. e sf. agg. 1 Che precede un giudizio, un'azione, una decisione. 2 Riguardante un aspetto fondamentale. poneva nelle trattative delle questioni pregiudiziali, senza le quali non si poteva procedere. 
sf. Nei procedimenti giudiziari ogni questione su cui ci si deve pronunciare prima di procedere. 
pregiudizialità, sf. Rapporto di connessione tra l'oggetto di un giudizio e un fatto antecedente logicamente legato a esso. 
pregiudizièvole, agg. 1 Che può portare pregiudizio. 2 Che è dannoso. ~ negativo. <> favorevole, positivo. 
pregiudìzio, sm. 1 Idea errata, a seguito di giudizio avventato o non conoscenza dei fatti. ~ fissazione, preconcetto. persona senza pregiudizi. 2 Danno. ~ danneggiamento, detrimento. 3 Superstizione. 
pregiuliàno, agg. Precedente alla riforma del calendario promulgata da Giulio Cesare. 
Pregl, Fritz (Lubiana 1869-Graz 1930) Chimico e fisiologo austriaco. Tra i fondatori della microanalisi organica quantitativa, nel 1923 fu insignito del premio Nobel. 
Pregmo Sigla di Pregiatissimo. 
Pregnàna Milanése Comune in provincia di Milano (5.835 ab., CAP 20010, TEL. 02). 
pregnàno, sm. Idrocarburo saturo tetraciclico di formula C21H36, nucleo base dei più importanti steroidi. 
pregnànte, agg. Ricco di significati. ~ intenso, pieno. <> banale, fatuo. 
pregnànza, sf. L'essere pregnante. 
prégno, agg. 1 Gravido. 2 Pieno. ~ denso, gonfio. 
prègo, inter. e sm. inter. Forma di cortesia scambiata tra persone educate. 
sm. Preghiera. 
pregrèco, agg. (pl. m.-ci) Precedente alla comparsa dei greci e della loro lingua. 
pregrèsso, agg. Relativo a un fatto che si è svolto nel passato rispetto ad altri fatti. 
pregustàre, v. tr. Gustare anticipatamente con il pensiero. 
pregustatóre, sm. (f.-trìce) Assaggiatore che nelle antiche corti era addetto a controllare la bontà dei cibi e la loro non velenosità.