Home page
rifrangènza, sf. Proprietà di originare la rifrazione. 
rifràngere, v. v. tr. Frangere nuovamente. 
v. intr. pron. Subire una rifrazione. 
rifrangibilità, sf. Caratteristica di ciò che è rifrangibile. 
rifrangiménto, sm. Il rifrangere, il rifrangersi. 
rifrattività, sf. Potere rifrangente. 
rifrattometrìa, sf. L'insieme dei procedimenti atti a misurare l'indice di rifrazione e le sue variabili. 
rifrattòmetro, sm. Strumento per la misurazione dell'indice di rifrazione. 
rifrattóre, agg. e sm. (f.-trìce) agg. Che rifrange. 
sm. Dispositivo che per illuminare utilizza il fenomeno della rifrazione. 
Telescopio formato da due sistemi di lenti collocate all'estremità di un tubo cilindrico; il suo funzionamento si basa sul fenomeno della rifrazione della luce. Presenta aberrazione sferica e cromatica che diventano insopportabili quando si va oltre il metro di diametro del sistema ottico. La prima delle due lenti di cui consta il telescopio (obiettivo) serve per raccogliere la luce, mentre la seconda, detta oculare, fornisce l'immagine virtuale e ingrandita dell'astro. 
rifrazióne, sf. In fisica è il fenomeno che si verifica quando un'onda incide sulla superficie di separazione di due differenti mezzi. In genere, a seconda del mezzo, si verifica una diversa propagazione dell'onda, con incremento o decremento dell'angolo formato dall'onda con la normale alla superficie. Nel caso della rifrazione della luce, valgono le leggi di Snell (o di Cartesio) per le quali il raggio incidente, quello rifratto e la normale al punto di incidenza appartengono allo stesso piano; si definisce indice di rifrazione relativo il rapporto costante tra i seni trigonometrici dell'angolo di incidenza e dell'angolo di rifrazione. Tale indice è funzione del due mezzi e della lunghezza dell'onda considerata. Quando il primo mezzo è il vuoto, l'indice di rifrazione di una sostanza viene detto indice di rifrazione assoluto. Gli indici di rifrazione dei mezzi variano da circa 1 (gas) a 2, 75 (diamante). 
rifréddo, sm. Pietanza cotta che può essere mangiata fredda. 
Rifréddo Comune in provincia di Cuneo (975 ab., CAP 12030, TEL. 0175). 
rifrìggere, v. tr. 1 Friggere nuovamente. 2 Dire sempre le stesse cose. 
rifrìtto, agg. e sm. agg. Fritto nuovamente 
sm. Cattivo odore emanato dalle pietanze fatte ricuocere. 
rifrittùra, sf. Cosa rifritta. 
Rift Valley Provincia (5.128.000 ab.) del Kenya occidentale, al confine con l'Uganda, la Tanzania, il Sudan e l'Etiopia. Capoluogo Nakuru. Le principali risorse economiche della provincia sono l'agricoltura (cereali, tè, caffè e piretro) e l'allevamento. 
rifuggìre, v. v. tr. Scansare, schivare. rifuggire la fatica. ~ rifiutare. <> amare. 
v. intr. Provare avversione. ~ aborrire. rifuggire dalle falsitÓ
v. intr. pron. Trovare rifugio. ~ proteggersi. 
rifugiàto, agg. e sm. Che, o chi, si trova in un luogo di rifugio. ~ esiliato. 
rifùgio, sm. 1 Luogo di asilo. ~ riparo. rifugio antiaereo, costruzione sotterranea per sottrarsi ai bombardamenti aerei. 2 Costruzione di alta montagna, usata come riparo. 
rifùlgere, v. intr. Emanare luce viva e brillante. ~ rilucere. 
rifusióne, sf. 1 Risarcimento. ~ rimborso. 2 Il fondere nuovamente e l'effetto.