Home page
Salisbury, Robert Arthur Talbot Gascoyne Cecil marchése di (Hatfield 1830-1903) Politico britannico. Di ideologia conservatrice, dal 1881 fu a capo del partito succedendo a Disraeli. Fu anche tre volte primo ministro (1885, 1886-1892 e 1895-1902). 
saliscéndi, sm. invar. 1 Meccanismo di chiusura delle porte. ~ nottolino. 2 Salite e discese alternate. 
salish, sm. invar. Lingua parlata dai salish. Costituisce uno dei gruppi della famiglia algonchina wakash. 
salìta, sf. 1 Il salire, l'ascesa. <> discesa. 2 Strada che procede verso l'alto. ~ erta, rampa. 
salìva, sf. Secreto delle ghiandole salivari che viene prodotto in presenza del cibo e anche in seguito a riflessi condizionati quali la vista del cibo o il ricordo di esso. Composta prevalentemente da acqua, ha la funzione di favorire la masticazione, la deglutizione e la digestione del cibo grazie al suo potere di lubrificante e alla ptialina (enzima) in essa contenuta. ~ bava. 
salivàre, agg. e v. agg. (o salivàle) Della saliva. 
v. intr. Secernere saliva. 
salivatòrio, agg. (pl.-òri) Relativo alla salivazione. 
salivazióne, sf. Emissione di saliva. 
Salizzòle Comune in provincia di Verona (3.741 ab., CAP 37056, TEL. 045). 
Salk, Jonas Edward (New York 1914-La Jolla, California 1995) Microbiologo statunitense, compì numerose ricerche sui virus dell'influenza e scoprì nel 1952 il vaccino antipoliomielite composto da virus uccisi e somministrabile per via parenterale, sostituito nel 1961 da quello per via orale scoperto da A. Sabin. 
Sàlle Comune in provincia di Pescara (414 ab., CAP 65020, TEL. 085). 
Sallé, Marie (1707-Parigi 1756) Ballerina francese. Fu celebre per il suo stile espressivo. 
sallustiàno, agg. 1 Di Sallustio. 2 Delle opere di Sallustio. 3 Che ha stile simile a quello di Sallustio. 
Sallùstio Crìspo, Gàio (Amiterno 86-Roma 35 a. C.) Storico latino, fu sostenitore di Cesare, nonché tribuno della plebe (52 a. C.) e avversario di Cicerone e Milone. Venne espulso dal senato per immoralità e partecipò a fianco di Cesare alla guerra civile, ottenendo da lui il proconsolato dell'Africa Nova. Dopo essere diventato molto ricco, fece ritorno a Roma, dove diede ordine di sistemare i celebri horti sallustiani, tra il Quirinale e il Pincio. Ci sono pervenute complete solo due monografie, La congiura di Catilina e La guerra giugurtina, alcuni frammenti delle Storie, rappresentanti gli avvenimenti dalla morte di Silla alla fine della guerra di Pompeo contro i pirati. Con la sua opera inizia una nuova storiografia romana, lontana e indipendente dai modelli ellenistici. 
sàlma, sf. 1 Cadavere di una persona. ~ spoglia. 2 Peso. 
Salmanàssar Nome di sovrani. 
Salmanassar I 
Re assiro dal 1274 al 1244 a. C. Estese i suoi domini a nord e a ovest. 
Salmanassar II 
Re assiro dal 1031 al 1020 a. C. 
Salmanassar III 
Re assiro dall'858 all'824 a. C. Invase la Siria, ma si scontrò con una coalizione, composta tra l'altro da Israele e Damasco, che non riuscì a piegare del tutto. Si spinse in Cilicia e in Armenia. 
Salmanassar IV 
(782-772 a. C.) Re assiro dal 782 al 772 a. C. Lottò contro Urartu. 
Salmanassar V 
Figlio di Tiglatpileser III, fu re assiro dal 727 al 722 a. C. Ereditò dal padre un enorme impero e tentò di conquistare Samaria, preceduto però da Sargon II. Quest'ultimo in seguito lo spodestò. 
salmàstro, agg. e sm. agg. Dal sapore di sale. ~ salato. 
sm. Odore di salsedine. 
salmeggiàre, v. intr. Recitare dei salmi. 
salmerìa, sf. Usato quasi esclusivamente al plurale, l'insieme degli oggetti caricati su carri e animali da soma. ~ masserizie, vettovaglie. 
salmerìno, sm. Nome comune dei Pesci clupeiformi del genere Salvelinus e della famiglia dei Salmonidi.