Home page
schiùdere, v. v. tr. Aprire lentamente e lievemente. <> chiudere. 
v. intr. pron. 1 Aprirsi, sbocciare. ~ germogliare, fiorire. <> appassire, avvizzire. 2 Cominciare. 
schiùma, sf. 1 Insieme delle bolle d'aria prodotte da un liquido in ebollizione o agitato. ~ spuma. 2 Materiale per costruire pipe. 
Schiuma dei giorni, La Romanzo di B. Vian (1947). 
schiumaiòla, sf. Arnese da cucina, usato per togliere la schiuma da un liquido. 
schiumàre, v. v. tr. Togliere la schiuma. ~ spumare, filtrare, pulire. 
v. intr. Produrre schiuma. 
schiumàre, v. v. tr. Togliere la schiuma. ~ spumare, filtrare, pulire. 
v. intr. Produrre schiuma. 
schiumatóre, sm. Nella locuzione schiumatore dei mari per denominare altrimenti i pirati. 
schiumògeno, agg. Che produce schiuma. ~ saponoso, spumoso. <> antischiuma, antischiumogeno. 
schiumosità, sf. invar. Qualità, tendenza a produrre schiuma. 
schiumóso, agg. Che presenta schiuma. ~ spumoso. 
schiùsa, sf. Lo schiudersi. 
schiùso, agg. Aperto. 
schivàbile, agg. Che può essere evitato. 
schivàre, v. tr. Evitare. ~ eludere. 
schivàta, sf. Azione dello schivare. 
Schivenòglia Comune in provincia di Mantova (1.316 ab., CAP 46020, TEL. 0386). 
schìvo, agg. Ritroso, chiuso. ~ riservato. <> esibizionista, sfrontato. 
schiz(o)- Primo elemento di parole composte. 
Schizastèridi Famiglia di Echinoidi dell'ordine degli Spatangoidei risalenti al Cretaceo che vivono nei fondali fangosi. Hanno l'ambulacro anteriore piantato in un solco e il guscio a forma di cuore e ricoperto da aculei molto sottili. 
schizofasìa, sf. Dissociazione del linguaggio tipica della schizofrenia caratterizzata dall'emissione di parole incomprensibili.