Home page
singolarità, sf.1 L'essere singolare. 2 Originalità. 
singolarménte, avv.1 In modo singolo. 2 In modo bizzarro. ~ particolarmente. 
sìngolo, agg. e sm.agg. 1 Preso in considerazione nella sua individualità. 2 Riservato a una sola persona. posto singolo. 3 Unico. 4 Isolato. 
sm. 1 Persona. i diritti del singolo devono essere salvaguardati. 2 Partita che si svolge fra due giocatori, uno contro l'altro. 
SingspielGenere teatrale tedesco costituito dall'alternarsi di brani cantati a pezzi recitati. Tra i maggiori rappresentanti si ricordano Hiller, Benda e soprattutto Mozart (Il flauto magico e Il ratto dal serraglio). 
singùlto, sm.Singhiozzo. 
Sinhue l'egizianoRomanzo di M. Waltari (1945). 
SìniComune in provincia di Oristano (679 ab., CAP 09090, TEL. 0783). 
SìnioComune in provincia di Cuneo (483 ab., CAP 12050, TEL. 0173). 
siniscàlco, sm.(pl.-chi) Titolo che nel Medioevo indicava un dignitario di corte. 
SiniscòlaComune in provincia di Nuoro (10.377 ab., CAP 08029, TEL. 0784). Centro turistico (balneazione). Gli abitanti sono detti Siniscolesi
Sinisgàlli, Leonàrdo(Montemurro, Potenza 1908-Roma 1981) Poeta. Tra le opere Campi Elisi (1939) e Vidi le Muse (1943). 
sinìstra, sf.1 La mano sinistra. ~ mancina, manca. <> destra. 2 Insieme dei partiti progressisti che in un parlamento occupano i banchi posti sulla sinistra del presidente. 
sinistraménte, avv.In modo lugubre, ostile. 
sinistràre, v.v. tr. Provocare danni. 
v. intr. Infuriarsi. 
sinistràto, agg. e sm.agg. Che ha subito un danno. 
sm. Chi ha subito un danno. 
sinistrìsmo, sm.1 Mancinismo, tendenza a usare solo la parte sinistra del corpo. 2 Ideologia che sostiene la sinistra. 
sinìstro, agg. e sm.agg. 1 Che si trova dalla stessa parte del cuore, nel corpo umano. 2 Lugubre, funesto. un segno sinistro del destino. 3 Dannoso. 4 Minaccioso. quel suo sguardo sinistro lo inquietava
sm. Disastro, grave danno. 
sinistròide, agg. e sm.agg. Che ha tendenze politiche di sinistra. 
sm. Chi ha tendenze politiche di sinistra. 
sinistròrso, agg.1 Che va da destra a sinistra. 2 Che gira in senso antiorario. 
Sinjavskij, Andrej Donatevic(Mosca 1925-Parigi 1997) Romanziere e critico letterario russo. Autore di saggi critici sulla poesia sovietica, nell'impossibilità di farlo in patria, pubblicò all'estero la maggior parte dei suoi lavori sotto lo pseudonimo di Abram Terc. Per questo fu arrestato con l'accusa di propaganda antisovietica, processato e condannato a sette anni di lavori forzati (1965). Tra le opere: Entra la corte (romanzo, 1960), Racconti fantastici (narrativa, 1961), Una voce dal coro (narrativa, 1973), Passeggiate con Puškin (critica letteraria, 1979) e All'ombra di Gogol (critica letteraria, 1980).