Home page
strafalcióne, sm. Grave errore, sbaglio grossolano. 
strafàre, v. intr. Fare più del necessario, del dovuto. 
strafàtto, agg. 1 Troppo maturo. 2 Fatto da tempo. 
strafóro, sm. 1 Apertura. 2 Nella locuzione avverbiale di straforo, in segreto. 
strafottènte, agg. Arrogante, sfrontato. 
strafottènza, sf. Arroganza, insolenza. 
strafóttersi, v. intr. pron. Non mostrare il minimo interesse. 
stràge, sf. 1 Massacro di persone o animali. la bomba nella metropolitana stava rischiando di fare una strage. 2 Grande quantità. una strage di pesci che aspettava solo di essere pescata
stragìsmo, sm. Attività terroristica che punta a ottenere i propri fini mediante stragi. 
stragìsta, agg. (pl. m.-i) Riguardante lo stragismo. 
stragiudiziàle, agg. Esterno, non appartenente all'attività giudiziale. 
stragrànde, agg. Grandissimo. 
stralciàre, v. tr. 1 Levare i tralci dalle viti. 2 Togliere da un contesto. 3 Accomodare una controversia. 
stràlcio, sm. (pl.-i) 1 L'atto di stralciare. 2 Scelta, cernita. 3 Liquidazione. 
stràle, sm. Freccia, dardo. 
strallàre, v. tr Tendere, tenere in tensione utilizzando cavi di acciaio. 
stràllo, sm. Cavo di acciaio che evita spostamenti laterali, tenendo teso l'oggetto. 
stralodàre, v. tr. Lodare eccessivamente. 
stralunaménto, sm. Lo stralunare gli occhi. 
stralunàre, v. tr. Spalancare gli occhi, stravolgerli.