Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Generatore di password casuali

 

strangolàre, v. tr. 1 Stringere con forza la gola, fino a far mancare il respiro. 2 Stringere strettamente. 3 Impedire di respirare, di riposare. si sentiva strangolare da quel lavoro interminabile
strangolatóre, sm. (f.-trìce) Chi strangola. 
stranguglióne, sm. 1 Tonsillite, orecchioni. 2 Ingestione affrettata di cibo che provoca singhiozzo. 
straniaménto, sm. L'effetto di straniare o straniarsi. 
straniàre, v. v. tr. Rendere estraneo, distogliere. 
v. intr. pron. Estraniarsi. 
Straniera, La Melodramma in tre atti di V. Bellini, libretto di F. Romani (Milano, 1829). 
stranièro, agg. e sm. agg. 1 Che è relativo a una nazione diversa dalla propria. ~ forestiero. <> locale, indigeno. 2 Estraneo. 
sm. Chi proviene da un'altra nazione. 
Straniero, Lo Romanzo di A. Camus (1942). 
stranìre, v. v. tr. Far diventare strano, irritare. 
v. intr. pron. Diventare strano. 
stranìto, agg. Turbato, intontito. 
stràno, agg. 1 Stravagante, insolito. ~ diverso. 2 Poco comune, eccezionale. ~ singolare. 3 Misterioso. 
Strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde, Lo Racconto di R. L. Stevenson (1886). Uno scienziato, il dottor Jekyll, con i suoi esperimenti mette a punto una pozione che provoca l'emergere della personalità malvagia che è in lui. Jekyll diventa un individuo abietto che si fa chiamare Hyde. Il controllo del procedimento gli sfugge di mano e Hyde arriva al delitto. Nell'impossibilità di riprendere il controllo della situazione, Hyde si uccide. L'opera si inserisce nel solco della narrativa sul tema della violazione dei limiti segnati alla conoscenza umana ossia della scienza trasgressiva che genera mostri, il cui archetipo è costituito dal romanzo Frankenstein di Mary Shelley. 
Strano interludio Dramma di E. O'Neill (1928). 
straordinariàto, sm. Nel pubblico impiego, il periodo di tempo in cui un impiegato ha la qualifica di straordinario e la durata di tale periodo. 
straordinarietà, sf. L'essere straordinario. 
straordinàrio, agg. e sm. (pl. m.-i) agg. 1 Fuori dall'ordinario, fuori da ciò che è stabilito. spese straordinarie. 2 Eccezionale, poco comune. uno straordinario freddo rischiava di danneggiare tutte le colture. 3 In prova. lavoratore straordinario
sm. 1 Personale che è in prova, non ordinario. 2 Lavoro straordinario, oltre il normale orario di lavoro. 
strapaesàno, agg. e sm. agg. Che è proprio dello strapaese, della tendenza a esaltare le abitudini paesane. 
sm. Scrittore che difende le tradizioni paesane e nazionali, contrario al cosmopolitismo. 
Strapaése Movimento letterario italiano nazionalista, sorto nel 1927 intorno alla rivista Il Selvaggio diretta da M. Maccari e a L'Italiano di L. Longanesi. Completamente asservito al regime fascista, si opponeva alla letteratura cosmopolita e esterofila, esaltando invece quella legata alle tradizioni paesane, oltre a una critica spietata contro le tendenze moderniste del corrispondente movimento di Stracittà. Tra gli altri esponenti, C. Malaparte, R. Bilenchi e O. Rosai. 
strapagàre, v. tr. Pagare oltre il necessario. 
straparlàre, v. tr. Parlare a sproposito. 
<< indice >>