Home page
sùggere, v. tr. Succhiare. 
suggeriménto, sm. Consiglio, ciò che viene suggerito. 
suggerìre, v. tr. 1 Ricordare a qualcuno, parlando sottovoce in modo da non farsi udire da altri, cose dimenticate o non note. 2 Proporre, indicare. 
suggeritóre, sm. 1 Chi suggerisce, elargisce consigli. 2 Chi in teatro ha il compito di rammentare le battute del copione agli attori. 
suggestionàbile, agg. Che è facilmente impressionabile. 
suggestionabilità, sf. invar. L'essere suggestionabile. 
suggestionàre, v. v. tr. 1 Influire sulla condotta, sul comportamento di altri. bastava poco a suggestionarlo. 2 Esercitare forte suggestione. quell'efferato delitto suggestionò tutto il paese
v. intr. pron. 1 Cadere in suggestione. 2 Lasciarsi prendere da stati emotivi provocati da forti impressioni. 
suggestionàto, agg. Che ha subito suggestione. 
suggestióne, sf. 1 Condizione psicologica in cui un individuo modifica involontariamente il proprio comportamento in seguito a influenze di persone o fatti che lo hanno turbato, impressionato. 2 Suggerimento, forte fascino. la suggestione di quei luoghi era troppo forte
suggestività, sf. L'essere suggestivo. 
suggestìvo, agg. 1 Affascinante. 2 Che provoca suggestione. 
sùghera, sf. Albero dalla cui corteccia si ricava il sughero. 
sugheréto, o sugheréta, sm. o sf. Bosco di sughere. 
sughericoltùra, sf. Coltivazione del sughero. 
sugherifìcio, sm. Stabilimento in cui si effettua la lavorazione del sughero. 
sùghero, sm. 1 Sughera. 2 Sostanza ricavata dalla lavorazione della corteccia della sughera. 
sugheróso, agg. Simile, nell'aspetto o nella consistenza, al sughero. 
Sùghi, Albèrto (Cesena 1928-) Pittore. Artista di influenza espressionista, ha affrontato temi di natura sociale ed esistenziale. Tra le opere Guardate fuori (1985) e Gran caffè (1988). 
sùgli, prep. art. m. pl. Composta da su e gli, utilizzata davanti a vocaboli plurali che iniziano per una vocale. 
Sugli angeli Opera di poesia di R. Alberti (1929).