Home page
Varése Città capoluogo di provincia della Lombardia nordoccidentale (comune 55 km2, 87.000 ab., CAP 21100, TEL. 0332), posta a est del lago omonimo e ai piedi del campo dei Fiori. È centro commerciale e turistico. Ha industrie calzaturiere, dell'abbigliamento, della carta, del cuoio, del vetro, dei mobili, meccaniche, chimiche, elettrotecniche, alimentari, grafico-editoriali e delle materie plastiche. Abitata fin dalla preistoria, fu libero comune nel medioevo e poi soggetta a Milano della quale seguì le sorti nelle epoche successive (dominio spagnolo e austriaco). Nel 1765 fu concessa in feudo da Maria Teresa d'Austria a Francesco III d'Este, nel 1797 fu annessa alla Repubblica cisalpina e nel 1861 al regno d'Italia. Tra i monumenti la basilica di San Vittore (XVIII sec.), il palazzo Estense (1766-73) sede del municipio e il santuario del Sacro Monte. 
Provincia di Varese 
(1.200 km2, 800.000 ab.) Si estende su un territorio per un terzo montuoso, nel triangolo compreso tra i laghi Maggiore, di Lugano e di Varese (Prealpi Varesine), e per il resto quasi completamente collinare, che si allunga a sud nell'alta pianura. Sono coltivati cereali e foraggi. Presenta industrie chimiche, tessili, dell'abbigliamento, meccaniche, delle calzature, del cuoio, del mobilio, del vetro, delle materie plastiche e della carta. Sul suo territorio sorgono un centro nucleare a Ispra e l'aeroporto intercontinentale della Malpensa. Centri principali sono Varese, Busto Arsizio, Gallarate, Laveno, Luino, Saronno, Sesto Calende, Somma Lombardo e Tradate. 
Lago di Varese 
Lago della Lombardia (15 km2, massima profondità 25 m) vicino alla città omonima e affluente del lago Maggiore. 
Varése Lìgure Comune in provincia di La Spezia (2.681 ab., CAP 19028, TEL. 0187). 
Varèse, Edgar (Parigi 1883-New York 1965) Compositore francese naturalizzato statunitense. Tra le opere Amériques (composizione per orchestra, 1921) e Offrandes (composizione per soprano, 1922). 
varesìno, agg. e sm. agg. Relativo a Varese. 
sm. Abitante o nativo di Varese. 
Varesòtto Regione tra Stresa, l'alta pianura della Lombardia occidentale e il lago Maggiore. Forma la maggior parte della provincia di Varese. 
Vargas Llosa, Mario (Arequipa 1936-) Romanziere peruviano. Tra le opere La città e i cani (1962), La casa verde (1966), La guerra della fine del mondo (1981), Elogio della matrigna (1986), La verità delle menzogne (1992), I quaderni di don Rigoberto (1997). 
Vargas, Getulio Dornelles (São Borja 1883-Rio de Janeiro 1954) Politico brasiliano. Nel 1930 fu eletto presidente provvisorio, quindi dal 1934 al 1945 fu presidente della repubblica, imponendo un regime populista dittatoriale. Venne rieletto nel 1950 e nuovamente deposto. Morì suicida. 
varìa, sf. pl. Cose varie, come titolo di libri o intestazione di rubriche che trattano argomenti vari. 
variàbile, agg. e sf. agg. 1 Che varia. ~ instabile. <> fisso. 2 Mutevole. il suo umore variabile lo rendeva antipatico ai colleghi
sf. In matematica, grandezza che può assumere diversi valori. variabile indipendente, dipendente
variabilità, sf. L'essere variabile. ~ incostanza. 
variabilménte, avv. In modo variabile. 
variac, sm. invar. Nome usato per un autotrasformatore che serve a ottenere una tensione secondaria variabile con continuità. 
variaménte, avv. In modo vario. ~ differentemente. 
variànte, agg. e sf. agg. Che varia. 
sf. Modificazione di qualcosa precedentemente stabilita. ~ modifica. la necessità di una variante nel progetto aveva bloccato temporaneamente i lavori; variante d'autore, correzione al testo apportata dallo stesso autore. 
Varianti e altra linguistica Opera di linguistica di G. Contini (1970). 
variantìstica, sf. Teoria e prassi dello studio delle varianti. 
variànza, sf. 1 Il numero dei fattori che si possono far variare in un sistema in equilibrio senza modificarne il numero delle fasi. livello di varianza di un sistema. 2 In statistica, analisi della varianza, procedura per verificare se uno o più fattori influenzano un fenomeno che è oggetto d'indagine. 
variàre, v. v. tr. 1 Modificare qualcosa. ~ trasformare. dovevano variare il programma della giornata. 2 Rendere vario. ~ diversificare. non variavano mai la loro alimentazione
v. intr. 1 Cambiare. ~ mutare. gli abiti variano seguendo le mode. 2 Essere diverso. ~ diversificarsi. <> coincidere. 
variataménte, avv. In modo variato. 
variàto, agg. Vario.