Home page
Kamet Vetta (7.756 m) al confine tra India e Tibet. Fa parte della catena dell'Himalaya. 
kami, sm. invar. Nello shintoismo giapponese, nome dato agli esseri soprannaturali. 
kamikaze, sm. invar. 1 Pilota o soldato giapponese che compiva un'azione di combattimento suicida. 2 Guerrigliero o terrorista che compie un'azione che non gli permetterà si salvarsi. 3 Chi affronta un rischio che comporta un pericolo estremo. 
kamikaze, sm. invar. 1 Pilota o soldato giapponese che compiva un'azione di combattimento suicida. 2 Guerrigliero o terrorista che compie un'azione che non gli permetterà si salvarsi. 3 Chi affronta un rischio che comporta un pericolo estremo. 
Kampala Città (459.000 ab.) dell'Uganda, presso il lago Vittoria. Capitale dello stato. Mercato agricolo (cotone, sorgo, patate dolci e arachidi) e del bestiame. Le principali industrie sono quelle alimentari, tessili, meccaniche, del tabacco e delle calzature. Sede di un aeroporto. Dal 1900 al 1905 fu capitale del protettorato britannico. 
Kamphaeng Phet Provincia (732.000 ab.) della Thailandia, capoluogo il centro omonimo. 
Kampot Provincia (412.000 ab.) della Cambogia, comprendente una fascia pianeggiante costiera. 
Kanagawa Prefettura (8.104.000 ab.) del Giappone, sull'isola di Honshu. Capoluogo Yokohama. 
Kananga Città (299.000 ab.) dello Zaire, sul fiume Lulua. Capoluogo della regione del Kasai. 
Kanara North Distretto (849.000 ab.) dell'India, nello stato di Karnataka. Capoluogo Karwar. 
Kanara South Distretto (1.939.000 ab.) dell'India, nello stato di Karnataka. Capoluogo Mangalore. 
Kanazawa Città (443.000 ab.) del Giappone, sull'isola di Honshu. Capoluogo della prefettura di Ishikawa. 
Kanchanaburi Provincia (725.000 ab.) della Thailandia, capoluogo il centro omonimo. 
Kanchenjunga Monte (8.603 m) al confine tra Nepal e India, facente parte del gruppo dell'Himalaya. 
Kandahar Città (191.000 ab.) dell'Afghanistan, capoluogo della provincia omonima. 
Kandal Provincia (838.000 ab.) della Cambogia meridionale, capoluogo Takhman. 
Kandalaksa Golfo del mar Bianco, tra la Carelia e la penisola di Kola. 
Kandinskij, Vasilij Vasilevic (Mosca 1866-Neuilly-sur-Seine 1944) Pittore russo, massimo esponente dell'astrattismo non geometrico. Dopo il periodo giovanile durante il quale fu influenzato e affascinato dalla pittura impressionista, conobbe a Monaco Paul Klee e diede vita nel 1901 al gruppo Phalanx, i cui fermenti artistici fornirono le nuove idee allo Jugendstil. Il suo percorso si sviluppò nell'ambito di pointillisme e fauvisme e lo portò all'allontanamento dal figurativo tradizionale e all'adozione di una pittura astratta a partire dal 1910. Sono di questo periodo le serie delle improvvisazioni e delle impressioni e la fondazione del gruppo Blaue Reiter (1911). Il suo astrattismo non geometrico opposto a quello di Mondrian gettò le basi dell'astrattismo lirico. I suoi studi e le sue ricerche continuarono parallelamente alla sua attività di insegnante al Bauhaus. Le sue teorie sull'arte, di grande importanza nell'evoluzione della pittura moderna, furono esposte negli scritti Della spiritualitą nell'arte (1912) e Punto e linea sul piano (1926). Tra le sue opere, Bellezza russa in un paesaggio (1905), Quadro con arciere (1909), Improvvisazione n. 26 (1912), Impressione V (1911), In alto Venezia (1929). 
Kandy Città (104.000 ab.) dello Sri Lanka, capoluogo del distretto omonimo e della provincia Centrale. 
Kanem Prefettura (281.000 ab.) del Ciad, capoluogo Mao.