Home page
Kapica, Pëtr L. (Kronstadt 1894-Mosca 1984) Fisico russo. Compì importanti studi sulle basse temperature e nel 1978 fu insignito del premio Nobel insieme a R. Wilson e ad A. Penzias. 
Kapisa Provincia (262.000 ab.) dell'Afghanistan nordorientale, capoluogo Mhammude Raqi. 
Kaplan, Viktor (Mürzzuschlag, Stiria 1876-Unterach, Austria Superiore 1934) Ingegnere austriaco, specialista delle turbine idrauliche. Ideò un tipo di turbine costituite da eliche a passo variabile, alle quali diede il suo nome. 
kapo, sm. o sf. invar. Detenuto (o detenuta) dei campi di concentramento nazisti che veniva incaricato di comandare i compagni nelle squadre che lavoravano all'esterno o nei servizi di campo. 
kapo, sm. o sf. invar. Detenuto (o detenuta) dei campi di concentramento nazisti che veniva incaricato di comandare i compagni nelle squadre che lavoravano all'esterno o nei servizi di campo. 
Kaposv´r Città (71.000 ab.) dell'Ungheria, capoluogo della contea di Somogy. 
Kapteyn, Jacobus Cornelius (Barneveld 1851-Amsterdam 1922) Astronomo olandese, viene considerato il padre della statistica stellare; studiò le velocità radiali, i tipi spettrali di stelle appartenenti a 206 zone celesti e i loro moti propri; ha gettato altresì i fondamenti per comprendere la struttura e la rotazione della galassia. 
Kapuas Fiume (1.100 km) dell'Indonesia, nell'isola di Borneo. Nasce dai monti omonimi e sfocia nel mar Cinese Meridionale. 
kaputt, agg. invar. Distrutto, morto. ~ finito. 
Kaputt Romanzo di C. Malaparte (1945). 
Kara (Russia) Fiume (225 km) della Russia. Nasce dai monti Urali Polari e sfocia nel mar di Kara. 
Kara (Togo) Regione (445.000 ab.) del Togo centro-settentrionale, capoluogo Kara. 
Kara-Bogaz-Gol Golfo del Turkmenistan, sulla costa orientale del mar Caspio. 
Karacajevo-Cerkessia Repubblica (434.000 ab.) autonoma della Russia, capoluogo Cerkessk. 
Karachi Città del Pakistan (5.200.000 ab.), capoluogo della provincia del Sind situata sulla costa del mar Arabico in prossimità della foce del fiume Indo. Importante centro portuale, ha avuto uno sviluppo economico rapido parallelamente a un'urbanizzazione incontrollata e disordinata. Vi si trovano industrie chimiche, petrolchimiche, elettrotecniche, conciarie, tessili, meccaniche, metallifere, della gomma, del vetro, del legno, del cemento. È stata capitale dal 1947 al 1960. 
Karadzic, Vuk Stefanovic (Trsic 1787-Vienna 1864) Storico, filologo e scrittore serbo. Tra le opere, Piccolo canzoniere popolare slavo-serbo (1814), Canzoniere popolare serbo (1815), i Canti popolari serbi (1823), le opere filologiche Grammatica (1814) e il Vocabolario serbo (1818). Nel 1847, si impegnò anche nella traduzione nel Nuovo Testamento. Nel 1867, venne pubblicata postuma la raccolta di racconti, indovinelli e proverbi popolari che lo scrittore aveva intitolato Vita e costumi del popolo serbo
Karaganda Città (614.000 ab.) del Kazakistan centro-orientale, capoluogo della provincia omonima. 
Karajan, Herbert Von (Salisburgo 1908-1989) Direttore d'orchestra austriaco. Studiò a Salisburgo e a Vienna. Fu direttore dell'Opera di Ulm dal 1927 al 1934, direttore dell'orchestra filarmonica di Berlino dal 1955 al 1989, e, infine, direttore dell'Opera di Stato di Vienna dal 1956 al 1964. Ha fondato il festival pasquale di Salisburgo. Apprezzato per la qualità delle esecuzioni, ha lasciato un numero imponente di registrazioni. 
Karajan, Herbert Von (Salisburgo 1908-1989) Direttore d'orchestra austriaco. Studiò a Salisburgo e a Vienna. Fu direttore dell'Opera di Ulm dal 1927 al 1934, direttore dell'orchestra filarmonica di Berlino dal 1955 al 1989, e, infine, direttore dell'Opera di Stato di Vienna dal 1956 al 1964. Ha fondato il festival pasquale di Salisburgo. Apprezzato per la qualità delle esecuzioni, ha lasciato un numero imponente di registrazioni. 
Karakoram Passo (5.575 m) che interrompe la catena omonima. Collega il Kashmir con la Cina.