Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

  

Novità del sito: Generatore di password casuali

 

ultrapiàtto, agg. Di spessore assai ridotto; di forma molto appiattita. 
ultraplancton, sm. invar. Plancton costituito da Alghe e Batteri, le cui forme, di minuscole dimensioni, non superano i 5m
ultrapotènte, agg. Potentissimo. 
ultraràpido, agg. Rapidissimo. 
ultrarósso, agg. e sm. Infrarosso. 
ultrasensìbile, agg. Estremamente sensibile. 
ultrasinìstra, sf. Insieme dei gruppi politici della sinistra parlamentare. 
ultrasònico, agg. (pl. m.-ci) 1 Che concerne gli ultrasuoni. 2 Che ha velocità superiore a quella del suono. ~ supersonico. 
ultrasonografìa, sf. Sinonimo di ecografia. 
ultrasonòro, agg. 1 Attinente agli ultrasuoni; degli ultrasuoni. 2 Supersonico. 
ultrastruttùra, sf. Struttura molecolare della materia vivente. È visibile al microscopio elettronico, ai raggi röntgen e alla luce polarizzata. 
ultrasuòno, sm. Onda elastica di frequenza superiore ai 19.000 Hz e quindi al di sopra del limite di udibilità umana. Gli ultrasuoni sono prodotti da particolari dispositivi come gli oscillatori al quarzo, e presentano i fenomeni di riflessione, rifrazione, diffrazione e inferenza. Sono impiegati nella tecnologia meccanica per la produzione di ecoscandagli per l'esplorazione dei fondali marini e in medicina (ecografia). 
ultrasuonoterapìa, sf. Impiego degli ultrasuoni a scopo terapeutico. Essi provocano in tessuti e cellule effetti di attivazione dei processi ossido-riduttivi, aumento della temperatura e irrorazione sanguigna. Vengono utilizzati per casi di asma, affezioni arteriose spastiche ma soprattutto per affezioni osteoarticolari. 
ultraterréno, agg. Al di là dei limiti terreni, delle capacità umane. ~ trascendente. <> terreno. 
ultraviolétto, agg. e sm. Di radiazione elettromagnetica di lunghezza d'onda compresa tra i raggi X e l'estremo violetto. 
In fisica indica le radiazioni elettromagnetiche con lunghezza d'onda compresa tra 4 e 400 nm, al di sopra cioè della zona della luce visibile (violetto). La banda dell'ultravioletto viene divisa in tre zone: la zona dell'ultravioletto vicino, con lunghezza d'onda compresa tra i 400 e i 300 nm, la zona dell'ultravioletto medio, compresa tra i 300 e i 200 nm e quella dell'ultravioletto lontano, con lunghezza d'onda inferiore ai 200 nm. Scoperte nel 1801 da J. W. Ritter e W. H. Wollanston, le radiazioni ultraviolette hanno un elevato potere ionizzante, una forte azione battericida e favoriscono i processi fotochimici; sono impiegate nell'industria, in medicina e nella ricerca scientifica. 
Uludag Monte (2.543 m) della Turchia, nell'Anatolia nordoccidentale. 
ululàre, v. intr. 1 Detto del cane e del lupo, emettere urli lamentosi e prolungati. 2 Produrre suoni prolungati simili a lamenti. ~ urlare. 3 Piangere convulsamente. ~ lamentarsi. 
ululàto, sm. 1 L'ululare del cane e del lupo. 2 Urlo lamentoso e prolungato. ~ urlo. 
ùlulo, sm. Ululato. ~ urlo. 
ululóne, sm. Anfibio (noto anche come ululone dal ventre giallo, Bombina variegata) della famiglia dei Discoglossidi e dell'ordine degli Anuri. Lungo 5 cm, presenta sul ventre una colorazione gialla con macchie blu. Vive in Europa in zone elevate. 
<< indice >>